Kares Le Roy: fotografia oltre le frontiere al 59 Rue de Rivoli

Testimonianze fotografiche di una grande avventura alla scoperta dei popoli dimenticati del continente asiatico.

Kares Le Roy mi ronzava negli occhi già da qualche mese, con le fattezze di alcuni sguardi modellati dal sole dal vento e dalle forze ispide della natura sui grandi altopiani che punteggiavano alcuni luoghi di Parigi. Ed è proprio dalla capitale francese che è partito nel 2009 il loro autore, Kares Le Roy, per lanciarsi in cinquantaseimila chilometri trascorsi nel cuore dell'Asia lungo i due anni successivi. Lunghi mesi fatti di spazi sconfinati scoperti con il piglio dello studioso attento, immortalati in cliché e tratteggiati in un film di sei minuti lanciato su vimeo nel luglio scorso. Tra i fotogrammi non i soliti ricordi di viaggio che sposano lontane latitudini, ma una vera e propria ricerca sui popoli e le culture dimenticate, che lo ha portato sulle orme degli abitanti del Tagikistan nei pressi di Dušanbe nel dicembre 2010, e osservato per un mese attraverso le moschee ricoperte di mosaici blu incastonate come gemme preziose tra montagne verde smeraldo e vallate aride, ma anche nel vivo della mischia di una partita di buzkash "una specie di antenato del polo molto più selvatico".

Perché ci sono frontiere dell'anima, che si riflettono nelle immagini. Sono bordi mistici, limiti che che assumono la forma dei rilievi umani che li compongono e sposano le caratteristiche culturali del quale sono costituiti. E' proprio al confine che si attraversano i limiti del singolo, di un popolo e si possono anche sciogliere i lacci troppo stretti della tradizione, per dar spazio all'altro e comporre così nuovi orizzonti, da ritrovare anche nel testo "56 000 kilomètres - un continent et des hommes".

Kares Le Roy è un fotografo, ma opera come un etnologo. Dopo due anni di viaggio alla ricerca dei popoli e delle culture più remote, ha editato una raccolta di ritratti suggestivi. Visi il cui destino è ancora incerto.

Per chi si trovasse a Parigi in questi giorni alcuni di questi lavori sono esposti negli spazi della Galerie 59 rue de Rivoli fino a domani, 15 dicembre 2013 (evento facebook al link), mentre le ultime stampe Fine Art sono disponibili fino al 6 gennaio presso l'agenzia Terres D'Aventure, nel II° arrondissement.

Foto della mostra al 59 Rue de Rivoli by Sara Rania.

Via | 59rivoli.org

  • shares
  • +1
  • Mail