Costa d'Avorio, uno stato paralizzato

La Costa d'Avorio, nome corretto République de Côte d'Ivoire, ha attualmente in stallo fra Alassane Ouattara e Laurent Gbagbo che si definiscono entrambi presidenti.

Gbagbo è il presidente che negli ultimi anni è rimasto in carica nonostante la scadenza del suo mandato e che ha rimandato la data delle elezioni per molti anni fino allo scorso novembre. Il suo sfidante, Ouattara, avrebbe vinto con il 54% dei voti, ma affermando che ci sono stati brogli molte schede sono state annullate portando Gbagbo al 51%. Il risultato è una guerra civile in cui entrambi si sono dichiarati presidenti.

La diplomazia internazionale che ha vigilato su queste aree afferma che i voti sono legittimi e sono molti gli stati che appoggiano chiaramente le pretese di Ouattara, ma Gbagbo forte del suo controllo sull'esercito non molla il potere. Ouattara ha recentemente deciso di bloccare l'export di caffé e cacao per cercare di tagliare i fondi di Gbagbo, ma non sarà facile trasformare in fatti questa risoluzione.

Nel frattempo BigPicture ha realizzato una galleria di immagini che ci raccontano la situazione del paese durante la campagna elettorale ed i fatti che ne sono seguiti.

Via | BigPicture

  • shares
  • +1
  • Mail