Travel Photographer of the Year 2013, tra i vincitori anche 4 italiani

Tra i vincitori del prestigioso concorso internazionale Travel Photographer of the Year 2013 ci sono anche 4 italiani

Timothy Allen (Moschea di fango a Djenné)

Sono stati annunciati i vincitori del Travel Photographer of the Year 2013, un concorso prestigioso a cui possono partecipare tutti i fotografi dilettanti e i professionisti di tutto il mondo, una competizione internazionale che quest’anno ha visto trionfare anche quattro talenti italiani. Un riconoscimento importante che conferma l’Italia una grande nazione, anche dal punto di vista fotografico.

Il fotografo vincitore assoluto del Travel Photographer of the Year 2013 è Timothy Allen, un ragazzo inglese, classe 1971, che ha vinto con quattro diversi portfolio in altrettante categorie, tra cui spiccano i lavori in bianconero, tutti i suoi lavori raccontano le storie delle comunità e delle persone che ha fotografato, si è messo dalla loro parte ed è diventato uno di loro. Tra i lavori premiati c’è il portfolio sulla Moschea di fango a Djenné a Mali, il reportage in Bhutan che è quello a colori, e poi altri due in bianconero realizzati sempre a Mali.

Beniamino Pisati

(foto Beniamino Pisati)

Tra i premiati, come vi dicevo, ci sono anche quattro fotografi italiani. Roberto Nistri si è aggiudicato la categoria migliore scatto singolo in un portfolio con la foto Culture emergenti o in via di sparizione, nella categoria Monocromie dei portfolio ha ricevuto anche una menzione d’onore. Anche Barbara Dall'Angelo ha ricevuto una menzione d’onore per la categoria Portfolio con il progetto Wild Stories.

Menzione d’onore per la categoria monocromie anche per il portfolio di Beniamino Pisati, un talentuoso e simpatico fotografo che ho "conosciuto" qualche mese fa. Marco Urso invece si porta a casa la menzione speciale nelle categorie Scatto singolo e Migliore scatto singolo in un portfolio.

Marco Urso

(Foto Marco Urso)

Tutte le fotografie premiate saranno esposte durante la prossima estate alla Royal Geographical Society di Londra dall’11 luglio al 17 agosto del 2014. La mostra diventerà itinerante e toccherà una serie di località internazionali ancora in fase di definizione.

Foto | nationalgeographic

  • shares
  • +1
  • Mail