Signore e signori benvenuti al Circo Calder fotografato da Ugo Mulas

Mesdames et Messieurs, bienvenue au Cirque Calder ... con le fotografie di Ugo Mulas, in mostra a Merano Arte, dal 31 gennaio al 18 maggio 2014.

Con uno sguardo al 2014 e uno alla dimensione ludica dell'arte che nutre emozioni senza tempo, torno alle sculture dinamiche di Alexander Calder, e la rappresentazione giocosa del suo Circo, restituita da un fedele testimone di fermenti creativi come Ugo Mulas.

Aspettando il Circus Calder, fotografato da Ugo Mulas tra il 1963 e il 1964, scendo nella pista di legno e stoffa con direttori, contorsionisti, mangiatori di spada, domatori di leoni, ballerine sul filo del rasoio e piccoli animali, che prendono vita da pezzi di metallo, filo, carta, cuoio, corda, gomma, bottoni, strass, tappi di bottiglia, e la creatività dinamica di uno dei più grandi scultori del XX secolo, messa in scena con spettacoli improvvisati e conservata al Whitney Museum di New York.

Contemplo voli di fantasia, pronti a spiccare dal palmo di una mano, e il vibrante fascino ludico dell'universo circense, capace di sedurre la fantasia pittorica di Picasso e Cocteau, Chagall e Toulouse Lautrec, quella poetica di Baudelaire, o quella filmica di Chaplin, Fellini o Wenders.

Mi avventuro nella dimensione giocosa e fiabesca di Calder, scatenata dall'utilizzo di materiali con convenzionali e la totale reinterpretazione del concetto di spazio ed equilibrio della forma, approfittando del talento fotografico di Mulas, capace di sperimentare e cogliere i fermenti del caos creativo, superare i limiti del reportage tradizionale, e ripensare la funzione storica della fotografia che conduce al portfolio Marcel Duchamp (1972), al progetto Archivio per Milano (1969-72) le Verifiche (1968-1972), e il suo dialogo continuo con il mondo dell’arte.

 Ugo Mulas, dalla serie Circus Calder, 1963-64 Fotografie Ugo Mulas © Eredi Ugo Mulas

Per lui volevo fare qualcosa di molto bello, volevo delle fotografie che fossero significative del suo atteggiamento - dell'aspetto giocoso della sua opera.
Ugo Mulas

Un progetto nato dal legame di grande amicizia tra Ugo Mulas e Alexander Calder, conosciuti al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 1962, in mostra con una una selezione di 36 immagini originali del Circus Calder, a cura di Valerio Dehò, ospitate da Merano Arte con “Ugo Mulas. Circus Calder”, dal 31 gennaio al 18 maggio 2014.

Foto | Ugo Mulas, dalla serie Circus Calder, 1963-64 Fotografie Ugo Mulas © Eredi Ugo Mulas
Via | CLP

  • shares
  • +1
  • Mail