I nuovi mutanti creati dalle foto panoramiche

La funzione di creazione di foto panoramiche tramite la fusione di più scatti può generare dei risultati tra l'incredibile ed il bizzarro

Mutanti panoramiche

La funzione foto panoramica è stata una bella novità introdotta nelle fotocamere compatte qualche anno fa. L'idea ovviamente non è nuova. Fin dai tempi della pellicola si affiancavano più scatti in camera oscura per ottenere un'unica immagine. Nell'era del digitale il procedimento è diventato ancora più semplice, grazie anche a software specifici come il famoso Canon PhotoStitch.

La vera novità consisteva piuttosto nella possibilità di effettuare tutto il processo direttamente al momento dello scatto, potendo quindi verificare immediatamente nel display la bontà del risultato. Bontà legata fondamentalmente a due fattori. Innanzitutto la regolarità del movimento di rotazione.

Se ci si muove in modo sbagliato, ad esempio abbassandoci oppure allontanandoci tra uno scatto e l'altro, il risultato sarà compromesso. Ma l'altro aspetto importante è evitare la presenza di soggetti in movimento. Quindi se ci sono amici o familiari nell'inquadratura è bene chiedere loro di restare perfettamente immobili.

Perché il minimo movimento tra uno scatto e l'altro di quelli che comporranno la panoramica potrebbe generare dei risultati tra l'incredibile ed il bizzarro. Basta guardare la foto in apertura e quelle in galleria per vedere quali strani scherzi visivi possano scaturire dall'elaborazione della fotocamera. Ecco che da un'idilliaco panorama escono fuori i nuovi mutanti.

Via | Mashable

Mutanti panoramiche

  • shares
  • +1
  • Mail