Skyline dalla Shanghai Tower, fotografato sulla gru da Wei Gensheng

Una magnifica vista sullo Skyline di Shanghai, fotografata da Wei Gensheng a 2073 piedi di altezza, l'operaio di gru appassionato di fotografia, in servizio sulla Shanghai Tower in costruzione.

Con lo guardo sull'orizzonte urbano, e gli obiettivi sorprendenti di fotografi non professionisti, oggi mi concedo la visione della “Jesus light” che fende le nubi cremisi, insieme alla foresta di grattacieli che affollano lo skyline di Shanghai.

Una visione quasi mistica della metropoli cinese, e degli imponenti grattacieli lungo il fiume Huangpu che affollano riviste, giornali, cartoline, filmati e documenti, colta dalla Torre di Shanghai ancora in costruzione, giunta lo scorso agosto all'altezza di 2073 metri piedi, e destinata a diventare l'edificio più alto della città.

Una prospettiva aerea inconsueta, scattata con la Canon 60D di Wei Gensheng, un operatore di gru da 38 anni, arroccato sulla Shanghai Tower per mesi, giorno dopo giorno, dall'alba al crepuscolo.

Punti di vista colti da Wei regolando l'angolo della sua gru, controllando le variazioni climatiche, aspettando i momenti giusti, per tenere desta l'attenzione durante i lunghi momenti di attesa delle istruzioni dei suoi turni di lavoro solitari, che non si possono permettere errori.

Un progetto con vista sulla città, scattato da un fotografo autodidatta che ha acquistato la sua prima Pentax nel 1980, pagandola 420 yuan (circa US $ 67,74 di oggi), quando il suo stipendio mensile era di solo 36 yuan. Insomma un bene di lusso, coltivato con passione leggendo riviste di fotografia nel tempo libero, e scattando fotografia nei momenti di attesa del suo lavoro.

Fotografie che hanno stupito Guo Jinrong, curatore della Photographic Shanghai International Art Exhibition, guadagnando un meritato secondo premio, insieme alla stima degli spettatori raggiunti via web, grazie all'aiuto della figlia di Wei Gensheng.

Wei Gensheng fotografa lo Skyline di Shanghai da una gru

A 59 anni Wei Gensheng, si prepara ad andare in pensione e dire addio alla gru, ma non alla fotografia, e a quanto pare ha già un sacco di progetti con i quali tenersi impegnato, senza dimenticare gran parte del merito al vantaggio di essere un operatore di gru, con un punto di vista speciale sulla sua città.

“Next year, I am going to retire and say goodbye to the crane,” Wei says. “But I have a lot of things to do after retirement. I will sort out the pictures that I have taken for the past several years. I also have decided to learn post-processing of photos. I am glad that many people like my pictures. This is the unexpected fun of being a crane operator.”

Via | ShanghaiDaily - Imgur - Facebook

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: