Il mix di fotografia, pittura, estro e Photoshop di Aliza Razell

Dal mito del vaso di Pandora al senso della perdita, le sperimentazioni di Aliza Razell aka Ummatiddle, fondono fotografia e pittura con Photoshop.

Anesidora III © Aliza Razell aka Ummatiddle

Scoprire il leggendario vaso di Pandora è una tentazione che nel corso dei secoli ha lascito traboccare l'estro, l'arte e la fantasia di miliardi di esseri umani, pronti a liberare la speranza (Elpis) che giace in fondo al vaso per ristabilire l'equilibrio spezzato.

Una sorta di metafora della curiosità femminile (dea e donna), capace di liberare tutto quello che non potrà più essere celato, o se preferite "far uscire il genio dalla lampada".

Lo stimolo perfetto per le sperimentazioni fotografiche del progetto lungo 365 giorni della giovane Aliza Razell aka Ummatiddle, per gli utenti Flickr e Facebook.

Anesidora VI (and the last) © Aliza Razell aka Ummatiddle

Sperimentazioni che mettono le ali e visioni palpabili al progetto liberato da Anesidora dall'ipotetico vasetto, e tutto quello che si ispira alla parola finlandese ikävä, equivalente alla sensazione di perdere qualcosa o qualcuno.

fledgling © Aliza Razell aka Ummatiddle

Fusioni di colori, passioni, tecniche e visioni in un mix stimolante di fotografia e pittura, esplosione di colore e di creatività, create separatamente e combinate con Photoshop, per celebrare l'unione e le singole peculiarità di più dimensioni.

reflect © Aliza Razell aka Ummatiddle

“I create the photo and the painting separately and then combine them in Photoshop. On a technical level, I like to think of this as a sort of Brechtian device — in a medium of Photoshopping the impossible to look seamlessly real, I think it’s refreshing to have pieces that not only admit to not being real, but celebrate their two-dimensionality.

I do not add shadows or reflections or anything else to make the paint look “really there”, relying instead on the power of illusion.”

undercover © Aliza Razell aka Ummatiddle

Un processo di lavoro condiviso anche sulla sua pagina Facebook


Un talento visionario che potrebbe avere origine anche dal patrimonio genetico visto che il fratellino della fotografa diciannovenne americana del Massachusetts è il giovanissimo ZEV Hoover aka fiddle oak.

Sperimentazioni fotografiche © Aliza Razell aka Ummatiddle

slip © Aliza Razell aka Ummatiddle

Foto | Anesidora & ikävä © Courtesy Aliza Razell aka Ummatiddle
Via | Flickr - Facebook

  • shares
  • +1
  • Mail