BATTLE TO DEATH di Fabio Bucciarelli: nella trincea del conflitto siriano

Le sfumature meno fotografate e più crude del conflitto siriano nell'obiettivo del pluripremiato BATTLE TO DEATH di Fabio Bucciarelli, in mostra alla Galleria Bel Vedere di Milano.

“Sull’onda del fenomeno conosciuto come Primavera Araba, anche la Siria si rivolta contro il suo padrone. Il 15 marzo 2011 migliaia di persone inondano le strade delle maggiori citta? siriane chiedendo al Presidente Bashar al-Assad le riforme necessarie per ottenere uno stato democratico. Il governo azzittisce le proteste con la violenza e schiera l’esercito per sopprimere ogni dimostrazione pubblica. Il conflitto diventa presto guerra: da un lato le forze lealiste ad Assad, dall’altro i ribelli del Free Syrian Army. Negli ultimi mesi la guerra si e? diffusa a macchia d’olio all’interno del paese: prima Homs, Idlib, poi Damasco e Aleppo. L'interesse mediatico non rende giustizia a cio? che accade nel paese: diversamente dalla Libia, la scarsita? di risorse petrolifere e i giochi di potere delle grandi potenze fanno si? che la comunita? internazionale si atteggi a pallido spettatore di un popolo che da solo combatte il padrone naufragando in uno scontro impari. Ogni giorno i guerriglieri della rivoluzione armati di kalashnikov fronteggiano l'esercito lealista ed i suoi tank. La guerra in Siria non e? una guerra qualunque, non incarna i canoni del tradizionale scontro bellico, strage di soldati suddivisi tra due fronti. Il conflitto siriano e? un gioco al massacro dove, come spesso accade, i civili sono i bersagli piu? colpiti.”

Anziana signora siriana attraversa la “via dei cecchini” della citta? vecchia di Aleppo©Fabio Bucciarelli-AFP

Un conflitto che costringe anziane signore ad attraversare la “via dei cecchini” della città vecchia di Aleppo, e giovani ad assistere madri ferite sotto i bombardamento nel quartiere Shaar.

Giovane aiuta sua madre ferita in un bombardamento nel quartiere Shaar, Aleppo©Fabio Bucciarelli-AFP

Le sfumature meno fotografate e più crude del conflitto siriano nell'obiettivo di Battle to Death da Fabio Bucciarelli, in trincea tra i Guerriglieri del FSA (Free Syrian Army) durante i combattimenti contro i militari di Assad nel quartiere Karmal Jabal, e quel guerrigliero che armato di fucile di precisione che si appresta ad attaccare dal tetto di un edificio di Sulemain Halabi, premiato con il World Press Photo 2013, il Robert Capa Gold Medal (il secondo italiano a riceverlo dopo Paolo Pellegrin), e il Premio Amilcare G. Ponchielli 2013, dedicato al photo editor italiano e promosso dal G.R.I.N. (Gruppo Redattori Iconografici Nazionale), con le motivazioni che seguono, ma potete giudicare da soli, guardando le fotografie di questa piccola gallery e tutto il progetto sul sito del fotografo. www. fabiobucciarelli. com

Un guerrigliero del Free Syrian Army si prepara a lanciare un RPG contro l’esercito di Assad ad Aleppo©Fabio Bucciarelli

“Fabio Bucciarelli riesce con straordinaria maestria a comporre immagini nelle quali la potenza del messaggio si sposa con l’abilita? espositiva dell’organizzazione dei volumi e la superba qualita? cromatica. In un teatro di scontri che poco concede alla riflessione, crea opere che non hanno bisogno del sostegno delle parole. La fotografia rimane linguaggio puro e universale”.

Arriva da Battle to Death di Fabio Bucciarelli, anche la copertina dell'Atlante delle Guerre che da cinque anni documenta e descrive i conflitti presenti mondo (al momento 36) cercando di colmare quel gap informativo dei mainstream.

Guerriglieri del FSA durante i combattimenti contro i militari di Assad nel quartiere Karmal Jabal di Aleppo©Fabio Bucciarelli-AFP

Un progetto che sarà in mostra alla Bel Vedere Fotografia di Milano (via Santa Maria Valle, 5), inaugurata giovedi? 27 marzo 2014, dalle ore 18 alle ore 21, aperta ad ingresso libero, dal 28 marzo al 19 aprile 2014, tutti i giorni dal martedi? al sabato, dalle ore 15 -19. www. belvederefoto. it


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | BATTLE TO DEATH © Fabio Bucciarelli, courtesy Bel Vedere Fotografia

  • shares
  • +1
  • Mail