Come fotografare la Via Lattea con l'inquinamento luminoso

Qualche consiglio ed i segreti di Justin Ng per fotografare la Via Lattea in vista della notte di San Lorenzo


La fotografia notturna è molto affascinante e in estate viene un po’ a tutti la voglia di cimentarsi in questa tecnica. Dato che si avvicina la notte di San Lorenzo e che non tutti hanno l’opportunità di andare al mare o in una baita in montagna, vi propongo un tutorial che spiega come fotografare La Via Lattea a Singapore, che non è un invito a fare un viaggio così lungo, ma è utile perché ci illustra come fare le fotografie notturne dove c’è molto inquinamento luminoso.

via-lattea

Fotografare le stelle è molto affascinante, io sono andata sull’Etna qualche settimana fa e devo dire che mi è piaciuto moltissimo, devo migliorare ma è bello anche doversi impegnare a studiare cose nuove. Adesso passiamo al tutorial sulla Via Lattea che è stato creato da Justin Ng, un bravissimo fotografo che ha già ricevuto parecchi riconoscimenti.

Approfondisci: Come fotografare di notte

Justin Ng ha utilizzato una reflex full frame abbinata ad un obiettivo grandangolare molto luminoso, nel suo caso una Canon 5D Mark II (disponibile su Amazon al prezzo di 2.520€, spedizione inclusa) con il Canon EF 16-35 f/2.8 con montato un filtro morbido GND 0.9. Indispensabili anche un treppiedi, un intervallometro, un telecomando e un’app per trovare la Via Lattea (Sky Walk o Sky Safari). Le condizioni di ripresa sono molto importanti, il cielo deve essere limpido e senza nuvole, trasparente e con un’ottima visibilità.

Ovviamente questo tipo di immagini si fanno in Raw e con la posa B, lui ha impostato f/2.8 e 6400 ISO. Sceglie dell'esposizione a destra, cioè per le ombre, in pratica sovraespone fino al limite della bruciatura aiutandosi con l’istogramma. Per valutare il tempo si deve seguire la “regola dei 500” e cioè fare questa divisione: 500/lunghezza focale = tempo massimo di esposizione da usare per evitare di riprendere l'effetto scia delle stelle. Quindi se usate un 16mm dovete fare 500/16 che fa 31,25, quindi potete mettere 31 secondi.

A questo punto si inizia a scattare, si devono almeno due scatti, uno per il primo piano e uno per lo sfondo, e si segna la differenza di stop, che di solito sono 3. Poi si può passare alla post produzione e qui ognuno ha i propri segreti.

Leggi anche: Stelle cadenti da fotografare nel cielo di Agosto approfittando di preziosi consigli

Justin Ng prima fa il bilanciamento del bianco, poi elimina la vignettatura con un ritaglio e regola il noise, dopo di che lavora con gli slider dei dettagli (comando Detail) in Image>Adjust>HDR Tone fino a quando compaiono la Via Lattea con le luci della città. Maschera il primo piano che è sovraesposto e fa uscire i dettagli con curve e livelli, poi fa una seconda maschera e infine lavora su tutta la foto insieme per regolare colori ed esposizione.

Questo tutorial è solo una delle strade possibili, con un po’ di esperienza poi ognuno trova la strada che gli è più congeniale. Io proverò a seguire i consigli di Justin Ng, sono curiosa di vedere cosa viene fuori!

Ecco qualche scatto diverso in cui Justin Ng ha fotografato le scie luminose.

Foto | Justin Ng
Fonte | slrlounge

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: