Vendite in calo per Nikon, colpa della crisi o di strategie sbagliate?

La crisi colpisce anche Nikon, vendite fortemente in calo in questa prima parte del 2014


Nikon è una delle aziende leader nel settore della fotografia, un marchio famoso e d’avanguardia che tutti conosciamo, la crisi economica mondiale però non guarda in faccia nessuno ed anche il marchio giapponese segna un calo delle vendite in questa prima parte del 2014. In fotografia il testa a testa è da sempre tra Nikon e Canon, Canon al momento è qualche punto avanti ma si stanno facendo strada anche Fujifilm, Olympus e Sony che, con fotocamere davvero interessanti, hanno conquistato una grossa fascia di mercato.

Leggi anche: Nelle vendite di mirrorless in Giappone vince la Olympus, seguita da Sony e a sorpresa da Canon

Nikon ha pubblicato il q1 fiscale del 2014 è la situazione non è delle migliori, rispetto allo stesso periodo del 2013 il fatturato è sceso di oltre il 25%, il margine operativo del 41%, il margine standard quasi del 10% ed il margine netto circa del 16%, sono dati negativi e ai quali si deve porre rimedio. La crisi globale ha certamente un ruolo determinante in questi dati, basti pensare a com’è la situazione da noi Italia per rendersi conto che si acquista sempre meno e con più fatica.

nikon-crisi

Un altro punto da considerare è la presenza massiccia dei cameraphone che hanno del tutto soppiantato le compatte entry level ma anche quelle di fascia media, un settore che da qualche anno è stato progressivamente abbandonato da molte aziende, ad esempio Fujifilm e Olympus. Anche la pubblicità negativa della Nikon D600 non ha certamente giovato alla causa, l’azienda ha recuperato molto bene ma è inevitabile pensare a delle ripercussioni.

Ma è tutto qui? Nikon ha sbagliato strategia? Probabilmente Nikon avrebbe dovuto tentare di spostarsi un po’ dalle categorie classiche del mercato fotografico e optare per qualcosa di nuovo, in parte è stato fatto con la Nikon 1 AW1, ma forse non abbastanza.

Ecco un piccolo estratto del rapporto Nikon su questa fase critica:

“Nel settore dei prodotti fotografici, le condizioni di mercato per le fotocamere a obiettivo intercambiabili sono in discesa, e il mercato delle compatte si è ridotto. Il volume delle vendite è diminuito sia per le macchina fotografiche digitali ad obiettivo intercambiabile, che ha visto condizioni di peggioramento soprattutto nel mercato europeo, sia per le fotocamere compatte, che hanno risentito della contrazione del mercato. Si prevede un continuo rallentamento per il mercato delle fotocamere digitali compatte e anche se le condizioni continuano ad essere negative per le fotocamere a lenti intercambiabili è prevista una moderata ripresa, soprattutto negli USA nella seconda metà dell’anno fiscale.”

Il periodo non è dei migliori e di questo ne siamo tutti consapevoli, ma le grandi aziende hanno sempre quella marcia in più che gli permette di inventarsi qualcosa di nuovo e geniale, speriamo sia così anche per Nikon.

Foto | da Flickr di mujitra

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: