Furto della fotocamera: i posti più pericolosi, cosa fare e come proteggersi

Consigli per proteggere l'attrezzatura e tutto quello che si deve fare nel caso di furto della fotocamera


Il furto delle macchine fotografiche e in generale dell’attrezzatura è una cosa a cui dobbiamo stare attenti, capita molto più spesso di quanto si pensa e in posti insospettabili. Oggi vi presento l’infografica di Lenstag per capire quali sono i posti e le situazioni più rischiose, quali le macchine e gli obiettivi più soggetti a furto e cosa fare nel caso in cui ne abbiate subito uno.

Infografica sul furto della fotocamera

I paesi in cui è stato registrato un maggior tasso di furto dell’attrezzatura fotografica sono Stati Uniti, Inghilterra e Italia, le città più rischiose sono invece Roma, Londra e Barcellona. La situazione in Italia è davvero preoccupante perché siamo non solo tra i primi tre paesi ma Roma è anche la città più pericolosa.

Infografica sul furto della fotocamera

Ma quali sono le situazioni più rischiose in cui vengono registrati più furti? Si dividono la fetta maggiore i furti in casa con scasso e quelli in auto con il 24 e il 27% dei casi. Si procede poi con il 9% nei mezzi pubblici e durante le rapine a mano armata, nel 7% dei casi l’attrezzatura viene persa inspiegabilmente oppure smarrita durante gli eventi. Attenzione anche all’aeroporto e sull’aereo e al bar dove si registrano il 5% dei casi di furto. Si prosegue con il 3% dei casi durante le spedizioni e nell’1% nelle trattative su ebay e le frodi con paypal.

Infografica sul furto della fotocamera

L’infografica prosegue con l’attrezzatura più rubata in assoluto dove troviamo la Canon 5D Mark III e la II e il Canon 24-70 f/2.8. Se volete potete anche guardare quali sono le macchine e gli obiettivi più rubati per Canon e Nikon, quali i computer e quali le action cam.

A prescindere da quello che abbiamo dentro la borsa dobbiamo stare molto attenti e avere sempre tutto sotto controllo. In caso di furto dovete sporgere denuncia alla polizia, insistete e fategli mettere tutti i numeri di serie. Dopo di che procedete con le vostre ricerche, chi ruba queste cose nella maggior parte dei casi non sa cosa ha in mano e cercherà di vendere tutto prima possibile, fate un giro sui siti come ebay, subito.it, bakeka.it o nei mercatini locali, andate al banco dei pegni ecc. Se vi rendete conto che si tratta delle vostre cose procedete con furbizia, tenete all’amo la persona che vuole vendervi le cose e chiamate subito la polizia. Pubblicate un annuncio su Facebook e confidate nel potere del passaparola. Il numero di serie della macchina fotografica è salvato nei dati EXIF, effettuate delle ricerche tramite Exif per vedere se sono state pubblicate foto con questo seriale, potete affidarvi ai servizi di Stolencamerafinder.com, CameraTrace.com o anche il buon vecchio Google.

Infografica sul furto della fotocamera


Registrate i prodotti

sui siti delle case produttrici, quando si manda in assistenza un prodotto in teoria vengono controllati i seriali degli obiettivi in riparazione. Esistono poi tante strategie per proteggere l’attrezzatura come l’assicurazione, il GPS, allarmi di movimento che suonano se qualcuno prende il vostro zaino, vanno dai 50,00 ai 10,00 circa e possono essere utili nel caso dei matrimonialisti ad esempio. Interessante anche l’antifurto hipKey che si controlla tramite smartphone o la possibilità di etichettare l’attrezzatura, in pratica si mettono speciali adesivi con codice a barre (leggibili anche via smartphone), se si tenta di staccarli rilasciano un colorante rosso e inconfondibile. Messe a vista le etichette dovrebbero scoraggiare i ladri. Le etichette RFID e lettori disponibili permettono di controllare i seriali anche a distanza e quindi individuare chi è in possesso della vostra attrezzatura, ovviamente questo sistema è utile nel caso di furto in città e quindi in una zona che potete “battere” personalmente.

Fonte | petapixel
Foto | da Flickr di mightyboybrian e Lenstag

  • shares
  • Mail