Charlotte Perriand: la fotografia per un mondo altro

Scritto da: -

Charlotte Perriand
Poco più di un mese per assaporare le “sperimentazioni” di Charlotte Perriand, ospitate fino al 20 maggio al musée Nicephore-Niepce, di Chalon-sur-Saône, una delle più antiche istituzioni dedicate alla conservazione dei materiali fotografici (risalente al 1861) messa insieme a partire dalla collezione di Joseph Nicéphore Niépce, un personaggio legato a doppio filo con la storia della fotografia. Collaboratrice di Le Corbusier (amante degli scorci marini) e Pierre Jeanneret, a sua volta celebre architetto e designer, attraversò mezza Europa, obiettivo alla mano, per catturare quelle immagini che le sarebbero servite da ispirazione per l’elaborazione di elementi a misura d’uomo (nel solco della tradizione inaugurata dal maestro e nella fede di un modulor più vicino alle differenze umane) e come decorazione d’interni.

Gli elementi più piccoli e le pose casuali, catturano la sua attenzione, dagli scheletri ritrovati sulla spiaggia, alle collone doriche, alla struttura metallica di un ponte, passando per la trama della rete di un pescatore, per la disperazione e l’attesa, e arrivando ai ciottoli della strada. I suoi soggetti si susseguono in un movimento di scelta intuitiva che guida gli scatti confluiti nell’esposizione “La fotografia per un altro mondo”, integralmente consacrata ai suoi lavori fotografici e arricchita da un gran numero di tirature originali e ricostruzioni in scala.

A partire dagli anni’20, nello spirito di “estetica ingegneristica” del nuovo grafismo e alla ricerca di un espressione pura della forma, la Perriand, che intrattiene una “relazione mistica” a tratti carnale, con la natura, cattura pezzetti di materia bruta e li fotografa su fondi neutri per accentuarne la purezza delle linee: ossa, rocce e legni, la cui bellezza bruta darà origine ad un’arte potente e sensibile.

Via | museeniepce.com

Charlotte Perriand
Charlotte PerriandCharlotte PerriandCharlotte PerriandCharlotte PerriandCharlotte PerriandCharlotte PerriandCharlotte PerriandCharlotte Perriand

Vota l'articolo:
3.30 su 5.00 basato su 10 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Clickblog.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.