Nikon D7200, più buffer e più autofocus per la reflex APS-C

La Nikon D7200 si distingue dal modello precedente principalmente per un buffer di dimensioni triple e per un autofocus che funziona fino a -3 EV

Ogni due anni un nuovo modello. Questa è la regola non scritta del mercato della fotografia, rigorosamente rispettata da tutti i produttori. Nikon non fa ovviamente eccezione, che sostituisce la Nikon D7100 con la nuova Nikon D7200 a distanza di poco più di due anni.

La nuova reflex si basa sempre su un sensore CMOS APS-C da 24,2 MegaPixels privo di filtro passa basso, ma cambia tutto il contorno, a partire dal processore immagine Expeed 4. Ma le novità più interessanti sono legate al modulo autofocus Multi-CAM 3500DX II, dotato di 51 punti di cui 15 a croce, capace di lavorare fino a -3EV, ovvero quasi al buio.

Nikon D7200

Altra novità è il buffer triplicato rispetto al modello precedente, capace ora di contenere 18 RAW prima di dare segni di affanno, pari quindi a tre secondi di raffica alla massima cadenza possibile di 6fps.

L'ultima novità sono il Wi-Fi completo di NFC, che consentono di trasferire con la massima semplicità le immagini appena riprese su smartphone per la successiva condivisione online.

La Nikon D7200 sarà in vendita nei negozi a partire dal mese di Aprile sia in kit con lo zoom 18-140mm f/3.5-5.6G ED VR a 1699.95 Dollari, sia solo corpo a 1199.95 Dollari.

Via | Nital

Nikon D7200

  • shares
  • +1
  • Mail