Sony World Photography Awards 2016: tanti italiani tra i vincitori, in mostra in Italia

I vincitori Sony World Photography Awards 2016, contano 3 italiani nelle categorie, 6 finalisti in nove categorie professionali e arrivano in mostra in Italia.

Tutte le opere dei vincitori e dei finalisti, hanno iniziato il tour espositivo internazionale alla Somerset House di Londra, al 22 aprile all’8 maggio 2016, ma dopo aver lasciato Pechino e raggiunto al Willy-Brandt-Haus di Berlino, alla fine dell'estate si preparano a raggiungere l'Italia, per restare esposte allo Spazio Tadini di Milano (via Niccolò Jommelli, 24), dal 16 settembre al 16 ottobre 2016.

Aggiornamento del 12 luglio 2016

La World Photography Organisation ha annunciato i vincitori assoluti dei Sony World Photography Awards 2016, con le opere scelte tra le 230.103 presentate in questa edizione.

“La Giuria ha apprezzato all’unanimità il lavoro del Fotografo dell’Anno e il modo in cui fa luce sulla tragica pratica che denuncia."

Dominique Green, Presidente, Giuria Documentario

Il titolo Iris d’Or Fotografo dell’Anno e un premio di 25.000 $ sono stati assegnati al fotografo iraniano Asghar Khamseh per Fire of Hatred, il fuoco dell’odio che ha trasfigurato i ritratti di donne e bambini, vittime di attacchi con l’acido, raccontandone danni fisici, psicologici e stigma sociale.

Il Fotografo dell’anno della categoria Open, l'autore del miglior scatto singolo è Kei Nomiyama (Giappone), ma i quattordici vincitori delle categorie Professionisti che arrivano da ogni angolo di mondo, contano ben 3 vincitori italiani.

Marcello Bonfanti (nato a Milano nel 1972) con la “Ebola Survivors” scattata nel centro Emergency della Sierra Leone nella categoria ritratto.

Alberto Alicata (Palermo, classe 1983) con le Barbie della serie “Iconic B” in omaggio ai grandi fotografi nella Fotografia in posa.

Francesco Amorosino (Vulture, Pz, 984) con la provocatoria denuncia del lavoro nero in Italia della serie “Migrant Tomatoes” nella categoria Natura morta.

Una tripletta che si ripete per il 2° posto nel concorso Professionisti conquistato da:

Andrea e Magda, categoria Attualità (Current Affairs), serie “Sinai Park”
Filippo Venuri, categoria Persone (People), serie “Made in Korea”
Cristina Vatielli, categoria Fotografia in posa (Staged), serie “Picasso Women”.

Al 3° posto:

Simona Ghizzoni, categoria Storia contemporanea (Contemporary Issues), serie “UNCUT Pokot / Kenya”
Alessandro D’Angelo, categoria Persone (People), serie “Elefantentreffen”
Andrea Rossato, categoria Fotografia spontanea (Candid), serie “Joy for all ages...

Vincitori e finalisti della categoria Professionisti


I vincitori delle sette categorie documentaristiche e delle sette categorie artistiche provengono da 10 diverse nazioni. Per la prima volta, un fotografo è stato in grado di vincere due categorie Professionisti nel corso della stessa edizione. I partecipanti sono stati valutati sulla base di un corpus di opere.

CATEGORIE ARTE

Vincitore categoria Architettura: Amélie Labourdette, Francia
2° posto: Hui Zhang, Cina / 3° posto: Stephan Zirwes, Germania

Vincitore categoria Fotografia spontanea (Candid): Kirstin Schmitt, Germania
2° posto: Nick Ng, Malesia / 3° posto: Andrea Rossato, Italia

Vincitore categoria Fotografia Concettuale: Julien Mauve, Francia
2° posto: Alejandro Beltran, Venezuela / 3° posto: Barbaros Kayan, Turchia

Vincitore categoria Paesaggio: Maroesjka Lavigne, Belgio
2° posto: Maoyuan Cui, Cina / 3° posto: Stefan Schlumpf, Svizzera

Vincitore categoria Ritratto: Marcello Bonfanti, Italia

2° posto: Fauzan Ijazah, Indonesia / 3° posto: Rubén Salgado Escudero, Spagna

Vincitore categoria Fotografia in posa (Staged): Alberto Alicata, Italia
2° posto: Cristina Vatielli, Italia / 3° posto: Kristoffer Eliassen, Norvegia

Vincitore categoria Natura morta: Francesco Amorosino, Italia
2° posto: Oliver Schwarzwald, Germania / 3° posto: Hiroshi Watanabe, Giappone

CATEGORIE DOCUMENTARIO

Vincitore categoria Campagne: Jetmir Idrizi, Kosovo
2° posto: David Chancellor, Regno Unito / 3° posto: Antoine Repessé, Francia

Vincitore categoria Storia Contemporanea (Contemporay issues): Asghar Khamseh, Iran
2° posto: Kevin Frayer, Canada / 3° posto: Simona Ghizzoni, Italia

Vincitore categoria Attualità (Current Affairs): Angelos Tzortzinis, Grecia
2° posto: Andrea e Magda, Italia e Francia / 3° posto: Andrew Burton, USA

Vincitore categoria Vita quotidiana: Espen Rasmussen, Norvegia
2° posto: Sandra Hoyn, Germania / 3° posto: Stephanie Sinclair, USA

Vincitore categoria Ambiente: Kevin Frayer, Canada
2° posto: Li Feng, Cina / 3° posto: Lucy Nicholson, Regno Unito

Vincitore categoria Persone: Kevin Frayer, Canada
2° posto: Filippo Venturi, Italia / 3° posto: Alessandro D’Angelo, Italia

Vincitore categoria Sport: Nikolai Linares, Danimarca
2° posto: Jens Juul, Danimarca / 3° posto: Annick Donkers, Belgio

FOTOGRAFO DELL’ANNO, CONCORSO OPEN – Kei Nomoyama, Giappone

FOTOGRAFO DELL’ANNO, CONCORSO GIOVANI – Sam Delaware, USA

FOTOGRAFO DELL’ANNO, CONCORSO STUDENTI - Sofia Jern, Finlandia

OUTSTANDING CONTRIBUTION TO PHOTOGRAPHY - RongRong & inri, Cina

Aggiornamento del 22 aprile 2016

Continuando a seguire il calendario, la World Photography Organisation ha appena diffuso i nomi dei 13 vincitori delle categorie Open e Giovani. In questo caso solo la dodicenne Anais Stupka vince per l'Italia la categoria Ambiente del concorso Giovani con “Mount Kazbek in Frame”.

“L’ultima settimana di ottobre, durante le vacanze di metà semestre, sono stata con la mia famiglia in Georgia, a Kazbegi. Un giorno, mentre stavo andando a prendere l’ascensore dell’hotel, ho guardato fuori dalla finestra e mi sono accorta del panorama spettacolare. Da quell’angolazione si potevano vedere tutte le contraddizioni del monte Kazbek: da un lato la meravigliosa chiesa sulla cima e dall’altro la misera città alle pendici della montagna. Dovevo assolutamente immortalare la scena.”

Anais Stupka

A view of Mount Kazbek in Georgia My family and I went to Georgia, Kazbegi on the last week of October for the half term break. We were staying at a beautiful hotel and I was just going to catch the elevator when I noticed this beautiful view from the window. I really wanted to take a photograph because in that frame you can see the positives and negatives of Mount Kazbek. For example you can see the amazing church on top of the mountain, but you can also see the poor town

Lo scatto del monte Kazbek della giovanissima fotografa di origini italo-georgiane, resta ora in lizza per il titolo di Fotografo dell’anno Giovani, rivelato il prossimo 21 aprile, insieme ai vincitori dei titoli di Fotografo dell’anno Professionisti/Open/Studenti/Giovani e dei vincitori delle categorie Professionisti.

Sony World Photography Awards 2016: Vincitori Categorie Open e Giovani

Vincitori Categorie Open

Architettura - Filip Wolak, Polonia
Arte e cultura - Swee Choo Oh, Malesia
Fotoritocco (Enhanced) - Pedro Díaz Molins, Spagna
Luce soffusa - Kei Nomiyama, Giappone
Natura e animali (Wildlife) - Michaela Šmídová, Repubblica Ceca
Panorama - Markus van Hauten, Germania
Persone - Alexandre Meneghini, Brasile
Sorrisi - Alex Ingle, Scozia
Frazione di secondo - Chaiyot Chanyam, Thailandia
Viaggio - Andrej Tarfila, Slovenia

Concorso Giovani

Cultura - Sepehr Jamshidi Fard, Iran (17 anni)
Ambiente - Anais Stupka, Italia (12 anni)
Ritratto - Sam Delaware, Stati Uniti (18 anni)

Aggiornamento del 30 marzo 2016

Dopo ben due squalificati (le foto non erano state scattate nel 2015 come previsto dal regolamento), il numero degli Italiani in finale è sceso a 26 e se la loro attesa non è ancora finita, seguendo il calendario, la giuria del Sony World Photography Awards ha appena diffuso i nomi dei vincitori del National Award, ovvero del migliore scatto realizzato da un fotografo di ognuno dei 60 paesi coinvolti.

Sony World Photography Awards 2016: i 26 finalisti italiani

1. Alberto Alicata, categoria Professionisti, Fotografia in posa (Staged)
2. Alessandro D’Angelo, categoria Professionisti, Persone
3. Alessandro Penso, categoria Professionisti, Attualità (Current Affairs)
4. Andrea e Magda, categoria Professionisti, Attualità (Current Affairs)
5. Andrea Rossato, categoria Professionisti, Fotografia spontanea (Candid)
6. Cristina Vatielli, categoria Professionisti, Fotografia in posa (Staged)
7. Daniele Robotti, categoria Professionisti, Natura morta
8. Filippo Venturi, categoria Professionisti, Persone
9. Francesco Amorosino, categoria Professionisti, Natura morta
10. Francesco Fratto, categoria Professionisti, Persone
11. Gabriele Micalizzi, categoria Professionisti, Attualità (Current Affairs)
12. Giancarlo Ceraudo, categoria Professionisti, Fotografia spontanea (Candid)
13. Jean-Marc Caimi, categoria Professionisti, Vita quotidiana
14. Laura Aggio Caldon, categoria Professionisti, Storia contemporanea (Contemporary Issues)
15. Marcello Bonfanti, categoria Professionisti, Ritratto
16. Simona Ghizzoni, categoria Professionisti, Storia contemporanea (Contemporay Issues)
17. Valerio Bispuri, categoria Professionisti, Fotografia spontanea (Candid)
18. Ilva Beretta (svedese basata in Italia), categoria Professionisti, Natura morta
19. Luca Laghetti, categoria Aperto, Fotoritocco (Enhanced)
20. Salvo Bombara, categoria Aperto, Fotoritocco (Enhanced)
21. Christian Massari, categoria Aperto, Natura e animali (Wildlife)
22. Simona Tedesco, categoria Aperto, Natura e animali (Wildlife)
23. Maurizio Casula, categoria Aperto, Panorama
24. Stefano Guerrini, categoria Aperto, Panorama
25. Anais Stupka, categoria Giovani, Ambiente
26. Giorgio Granata, categoria Giovani, Ambiente

Il miglior scatto singolo realizzato da un fotografo italiano ai Sony World Photography Awards 2016 è “Magellanic penguins at risk Climate Change” di Christian Massari, ricercatore dell'Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del CNR con sede a Perugia.

"I piccoli di pinguino in Argentina stanno morendo, come conseguenza diretta dei cambiamenti climatici. La foto mostra la colonia di Pinguini di Magellano nella penisola di Punta Tombo, nella provincia di Chubut, Argentina. La colonia, la più numerosa del Sud America, si ferma sulla penisola fino ad aprile, per covare le uova, allevare i piccoli e prepararsi alla migrazione verso il sud del Brasile. A causa degli effetti delle forti precipitazioni e delle temperature estreme, che alterano il comportamento dei pesci e che praticamente trasformano i nidi dei pinguini in piscine d'acqua, si è registrato un significativo aumento nella mortalità dei pulcini negli ultimi decenni".

Christian Massari

j90p9vob07djdwvrnygc.jpg

Il vincitore italiano del National Award ha dedicato il premio a mia figlia Vittoria, di appena un mese, ed oltre a vincere una Sony ILCE-7M2K, sarò in mostra alla Somerset House di Londra e pubblicato nell'edizione del catalogo dedicato al concorso.

Il 2° posto è andato a Simona Tedesco, il 3° posto a Stefano Guerrini, ma online trovate tutti i 60 vincitori del Nationa Awards.

Aggiornamento 15 Marzo 2016 vincitori del National Award

Oggi la giuria ha reso noti anche i nomi die dieci giovani fotografi selezionati come finalisti del Premio Student Focus dei Sony World Photography Awards 2016. Studenti di scuole e università dei cinque continenti che hanno inviato una singola immagine sul tema “Millennials”.

Argentina – Felipe Romero Beltrán, Motivarte
Australia – Joshua Thomas, Charles Sturt University
Finlandia – Sofia Jern, Novia University of Applied Sciences
Francia – Julie Hrnčířová, Ecole Nationale Supérieure de la Photographie
Giappone – Yui Takahashi, Tokyo College of Photography
Messico – Daisy Reza, Tecnológico de Monterrey
Nuova Zelanda – Matilda Fraser, National Institute of Creative Arts and Industries
Polonia – Adam Zadlo, Jan Matejko Academy of Fine Arts
Sudafrica – Rochelle de Abreu, Stellenbosch Academy of Design & Photography
Thailandia – Lei Cheong, Chulalongkorn University

Aggiornamento 1° marzo 2016 – finalisti del concorso Student Focus

In attesa dei vincitori del Sony World Photography Awards 2016, proclamati il prossimo 21 aprile, tra storie di migranti e gioia, scarabei stercorari al chiaro di luna e acrobati, aggiorno la segnalazione con i nomi dei ventotto fotografi italiani finalisti del prestigioso concorso che, registrando un numero record di iscrizioni, con 230.103 foto in arrivo da 186 paesi, conta un incremento di fotografi italiani del +129% rispetto alla scorsa edizione.

Valerio Bispuri è tra i finalisti professionisti della categoria dedicata al documentario, con i suoi ospiti incustoditi di Roma e l’emarginazione delle comunità rom.

Nella stessa categoria anche la crisi dei rifugiati attualmente in corso nel Mediterraneo, fotografata da Gabriele Micalizzi, Alessandro Penso e Francesco Fratto; la violazione dei diritti delle donne in Kenya di Simona Ghizzoni, i matrimoni precoci imposti alle richiedenti asilo siriane in Libano di Laura Aggio Caldon, il ritratto dei sopravvissuti a Ebola in Africa di Marcello Bonfanti. Insieme alla gioia di Andrea Rossato e Giancarlo Ceraudo.

Per la loro fotografia artistica (in posa e natura morta) arriva in finale le Barbie che rivisitano le opere iconiche di Irving Penn e Mario Testino con Alberto Alicata, le muse di Picasso omaggiate dai ritratti femminili di Cristina Vatielli, la food photography di Francesco Amorosino e Ilva Beretta.

Ma ci sono anche Alessandro D’Angelo (Persone), Andrea e Magda (Current Affairs), Cristina Vatielli (Staged), Daniele Robotti (Natura morta), Filippo Venturi (Persone) e Jean-Marc Caimi (Vita quotidiana).

Nei concorsi Open arrivano in finale i cieli stellati dell’estremo nord e i pinguini della Patagonia di Christian Massari, le vette alpine italiane patrimonio Unesco di Stefano Guerrini e i fondali marini del mediterraneo di Salvo Bombara. Insieme a Luca Laghetti (Enhanced), Valter Bernardeschi (Wildlife), Simona Tedesco (Wildlife), Maurizio Casula (Panorama), Michele Liberti (Persone). Tra i Giovani Anais Stupka (Ambiente) e Giorgio Granata (Ambiente).

Sony World Photography Awards 2016: i 28 finalisti italiani

Finalisti: Concorso Professionisti

Alberto Alicata, Fotografia in posa (staged)
Alessandro D’Angelo, Persone
Alessandro Penso, Attualità (Current Affairs)
Andrea e Magda, Attualità (Current Affairs)
Andrea Rossato, Fotografia spontanea (Candid)
Cristina Vatielli, Fotografia in posa (Staged)
Daniele Robotti, Natura morta
Filippo Venturi, Persone
Francesco Amorosino, Natura morta
Francesco Fratto, Persone
Gabriele Micalizzi, Attualità (Current Affairs)
Giancarlo Ceraudo, Fotografia spontanea (Candid)
Jean-Marc Caimi, Vita quotidiana
Laura Aggio Caldon, Storia contemporanea (Contemporay Issues)
Marcello Bonfanti, Ritratto
Simona Ghizzoni, Storia contemporanea (Contemporary Issues)
Valerio Bispuri, Fotografia Spontanea (Candid)
Ilva Beretta (di origini svedesi, ma trasferitasi in Italia), Natura morta

Finalisti: Concorso Open

Salvo Bombara, Fotoritocco (Enhanced)
Luca Laghetti, Fotoritocco (Enhanced)
Valter Bernardeschi, Natura e animali (Wildlife)
Christian Massari, Natura e animali (Wildlife)
Simona Tedesco, Natura e animali (Wildlife)
Maurizio Casula, Panorama
Stefano Guerrini, Panorama
Michele Liberti, Persone

Finalisti: Concorso Giovani

Anais Stupka, Ambiente
Giorgio Granata, Ambiente

Con loro ovviamente tutti i finalisti, dai pigmei Ekonda del Congo di Patrick Willocq all'universo sottomarino alieno di Alexander Semenov, da sbiraciare in parte nella gallery tutti nel link a seguire.

Sony World Photography Awards 2016: tutti i finalisti


CATEGORIE PROFESSIONISTI

Ai fotografi è stato chiesto di presentare una raccolta di immagini (da 3 a 10) per una delle seguenti 14 categorie. La giuria aveva il compito di selezionare fino a 10 finalisti per categoria. I fotografi sono elencati in ordine alfabetico.

Architettura

Petr Antonov, Russia
Jonathan Carvajal, Colombia
Werner Elmer, Austria
Amélie Labourdette, Francia
Paul Störm, Australia
Jonathan Tan, Singapore
Hui Zhang, Cina
Stephan Zirwes, Germania

Fotografia Spontanea (Candid)

Valerio Bispuri, Italia
Yvonne Brandwijk, Paesi Bassi
Giancarlo Ceraudo, Italia
Liu Chengliang, Cina
Fan Li, Cina
Nick Ng, Malesia
Alexandre Pruvost, Francia
Andrea Rossato, Italia
Kirstin Schmitt, Germania
Constantinos Xenoulis, Grecia
Fotografia Concettuale

Alejandro Beltran, Venezuela
Simon Brann Thorpe, Regno Unito
Kate Davis, Regno Unito
Vladimir Frumin, Stati Uniti
Barbaros Kayan, Turchia
Julien Mauve, Francia
Poya Raissi, Iran
Lawrence Sumulong, Filippine
Manuel Velasquez Tobar, Honduras
Paesaggio

Maoyuan Cui, Cina
Peter Franck, Germania
Max Knight, Regno Unito
Maroesjka Lavigne, Belgio
Aurélien Maréchal, Francia
Florian Mueller, Germania
James Reeve, Regno Unito
Stefan Schlumpf, Svizzera
Prakash Singh, India

Ritratto

Dmitri Beliakov, Russia
Marcello Bonfanti, Italia
Ruben Salgado Escudero, Spagna
Fauzan Ijazah, Indonesia
Corinna Kern, Germania
Armand Tamboly, Egitto
Patrick Willocq, Francia
Fotografia in posa (Staged)

Pierre Adenis, Francia
Alberto Alicata, Italia
Juliette Blanchard, Francia
Kristoffer Eliassen, Norvegia
Julia Fullerton-Batten, Regno Unito
Dina Goldstein, Canada
Photographer Hal, Giappone
Kumi Oguro, Giappone
Oana Stoian, Romania
Cristina Vatielli, Italia

Natura morta

Francesco Amorosino, Italia
Ilva Beretta, Svezia
Kiliii Fish, Stati Unito
Simone da Lima, Paesi Bassi
Daniele Robotti, Italia
Julien Roubinet, Francia
Oliver Schwarzwald, Germania
Hiroshi Watanabe, Giappone
Bibiana Omar Zajtai, Spagna
Campagne

Antoine Repessé, Francia
Christian Aslund, Svezia
David Chancellor, Regno Unito
Hernan Churba, Argentina
Giles Clarke, Regno Unito
Rob Gregory, Stati Uniti
Jetmir Idrizi, Kosovo
Ed Kashi, Stati Uniti

Storia contemporanea (Contemporary issues)

Laura Aggio Caldon, Italia
Yong An He, Cina
Kevin Frayer, Canada
Simona Ghizzoni, Italia
Asghar Khamseh, Iran
Fan Li, Cina
Kiki Streitberger, Germania
Marielle Van Uitert, Paesi Bassi
Attualità (Current Affairs)

Andrew Burton, Stati Uniti
Gabriele Micalizzi, Italia
Amnon Gutman, Romania
Brendan Hoffman, Stati Uniti
Jason Koxvold, Regno Unito
Aleksandra Kulak, Russia
Andrea e Magda, Italia
Alessandro Penso, Italia
Angelos Tzortzinis, Grecia

Vita quotidiana

Jean-Marc Caimi, Italia
Peter Dench, Regno Unito
Sandra Hoyn, Germania
Espen Rasmussen, Norvegia
Tiplea Remus, Romania
Stephanie Sinclair, Stati Uniti
Anton Unitsyn, Russia

Ambiente

Kevin Frayer, Canada
Li Feng, Cina
Lucy Nicholson, Regno Unito
Alexander Semenov, Russia
Mohammed Yousef, Kuwait
Zhe Zhu, Cina
Persone

Alessandro D'Angelo, Italia
Daniel Berehulak, Australia
Denise Felkin, Regno Unito
Francesco Fratto, Italia
Kevin Frayer, Canada
Liz Hingley, Regno Unito
Jordi Pizarro, Spagna
Filippo Venturi, Italia

Sport

Antoine Bruy, Francia
Annick Donkers, Belgio
Matthias Hangst, Germania
Michael Hanke, Repubblica Ceca
Jens Juul, Danimarca
Nikolai Linares Larsen, Danimarca
Patrick Sinkel, Germania

CATEGORIE OPEN

Giudicate sulla base di una sola immagine e aperte a fotografi di tutte le abilità; ai giurati è stato chiesto di scegliere un massimo di 10 immagini finaliste per categoria.

Architettura

Laurian Ghinitoiu, Romania
Radosław Goździelewski, Polonia
Attila Balogh, Ungheria
Javad Rooein, Iran
Martin Seraphin, Germania
Max van Son, Paesi Bassi
Nils Olof Wendel, Svezia
Filip Wolak, Polonia
Zoltan Kasza, Ungheria

Arte e Cultura

Kyaw Bo Bo Han, Myanmar
José Alberto Sotomayor Jiménez, Perù
Amir Hoosein Kamali, Iran
Swee Choo Oh, Malesia
Mohammad Ponir Hossain, Bangladesh
MD Tanveer Rohan, Bangladesh
Nader Saadallah, Egitto
Minh Ngo Thanh, Vietnam
Kamil Wojtyła, Polonia
Longxiang Xie, Cina

Fotoritocco (Enhanced)

Nathalie Capitan, Svizzera
Seandel Edwards, Trinidad and Tobago
Sang Kill Kim, Corea del Sud
Luca Laghetti, Italia
Pedro Diaz Molins, Spagna
Aslan Nahich, Iran
Dan Novak, Germania
Christian Spreng, Svizzera
Mickael Szymanski, Francia
Salvo Bombara, Italia

Luce soffusa

Theng Sin Chong, Malesia
Yiorgos Doukanaris, Cipro
Vincent Frascello, Stati Uniti
Stefan Liebermann, Germania
Lijun Wang, Cina
Sai Aung Main, Myanmar
Egor Nikiforov, Russia
Kei Nomiyama, Giappone
Sanghamitra Sarkar, India
Tino Solomon, Regno Unito

Natura e animali (Wildlife)

Valter Bernardeschi, Italia
Nick Kontostavlakis, Grecia
Eric Madeja, Svizzera
Christian Massari, Italia
Andrey Narchuk, Russia
Imre Potyó, Ungheria
Michaela Šmídová, Repubblica Ceca
Simona Tedesco, Italia
Dennis Vandermeersch, Belgio
Steiner Wang, Taiwan

Panorama

Maurizio Casula, Italia
Daniel Fleischhacker, Germania
Stefano Guerrini, Italia
Markus van Hauten, Germania
Dikky Oesin, Indonesia (doppia nomination)
Christian Ringer, Germania
Grant Ritchie, Regno Unito
Claude Roy, Canada
Carlos F. Turienzo, Spagna

Persone

Karolis Janulis, Lituania
Elie Kauffmann, Francia
Michele Liberti, Italia
Borodkina Mariia, Russia
Alexandre Meneghini, Brasile
Daniel Arranz Molinero, Spagna
Lewis Outing, Regno Unito
Nikunj Rathod, India
Marius Vieth, Germania

Sorrisi

Gultekin Alkurt, Turchia
Atif Amin, Afghanistan
Jaydip Bhattacharya, India
Alex Ingle, Regno Unito
Jack Lawson, Regno Unito
Kajan Madrasmail, Singapore
Hendra Permana, Indonesia
MD Tanveer Rohan, Bangladesh
Julien Taub, Francia
Peter Voss, Germania
Frazione di secondo

Khairel Anuar Che Ani, Malesia
Chaiyot Chanyam, Thailandia
Mark Fulinara, Stati Uniti
Dmitry Ivanov, Russia
Philip Joyce, Regno Unito
Franck Tridon, Francia
Petra Van Borm, Belgio
Cheung Yin Fang, Malesia

Viaggio

Abhijit Banerjee, India
Tugo Cheng, Hong Kong
Simone Cmoon, Svizzera
Ralph Gräf, Germania
Lesley Hall, Regno Unito
Nick Kontostavlakis, Grecia
Anasuya Mandal, India
Adriano Neves, Portogallo
Andrej Tarfila, Slovenia
Tan Jia Yi, Malesia

CONCORSO GIOVANI

Aperto a fotografi di età inferiore ai 19 anni, giudicati dalla World Photography Organisation.

Cultura

Zhu Lin Ch'ng, Malesia
Sepehr Jamshidi Fard, Iran
Julia Golubov, Canada
Anna Jolly, Regno Unito
Jason Liu, Canada
Leena Meyers, Germania
Ramadhan Sinclair, Malesia
Zohaib Tariq, Pakistan
Agung Krisna Wibawa, Indonesia (doppia nomination in questa categoria)

Ambiente

Charlie Burr, Stati Uniti
Giorgio Granata, Italia
Jiaye Li, Cina
Lake Lewis, Stati Uniti
Kumail Rizvi, Pakistan
Anais Stupka, Italia
Michael Theodric, Indonesia
Ekaterina Yashchenko, Russia
Hongbo Zhu, Cina
Ritratto

Wai Lam Cheng, Hong Kong
Sam Delaware, Stati Uniti
Ahmed Gaber, Egitto
Arno Goetz, Stati Uniti
Thomas Hanks, Regno Unito
Gina Ienopoli, Stati Uniti
Shahzad Khan, Pakistan
Ivana Pejak, Serbia
Talia Rudofsky, Regno Unito
Aaliyah Snider, Stati Uniti

Non mi resta che fare in bocca al lupo a tutti i finalisti che saranno comunque in mostra alla Somerset House di Londra, dal 22 aprile al 8 maggio 2016, aspettando i prossimi annunci del calendario che trovate alla fine di questa segnalazione.

Aggiornamento 23 febbraio 2016: 28 italiani tra i finalisti dei concorsi Professionisti, Open, National Award e Giovani

Iscrizioni aperte per il Sony World Photography Awards 2016 con un'edizione arricchita di categorie e suddivisione in generi

Con il ricordo ancora fresco dei vincitori della scorsa edizione (nel video), dopo aver registrato il record di 173.444 iscrizioni da 171 paesi e quello di 33.394 visitatori alla mostra alla Somerset House di Londra, il Sony World Photography Awards 2016 ha aperto le iscrizioni per la prossima, ricca di novità e categorie.

Novità che dividono nei generi di Arte e Documentario le 14 categorie in concorso per i Professionisti, arricchite a loro volta con "Fotografia in posa" (staged) e "Fotografia spontanea" (Candid) per il genere Arte, con "Vita quotidiana" e "Ambiente" per il genere Documentario.

Lo storico British Journal of Photography (BJP) sarà invece partner di World Photography Organisation per il concorso Student Focus, riservando al vincitore un servizio speciale sull’edizione online del BJP, insieme all’opportunità di usare il feed Instagram della rivista.

Sony World Photography Awards 2016: giuria onoraria

Giuria

La giuria onoraria 2016, che giudicherà il concorso Professionale, è composta da:

Categorie Arte: (Presidente) David Campany, scrittore e curatore (UK); Karen Knorr,fotografa e docente presso la University for the Creative Arts (US/UK); Jean Jacques Naudet, direttore editoriale, L’Oeil de la Photographie (Francia); Mariko Takeuchi, critica fotografica, curatrice e professoressa associata della Kyoto University of Art and Design (Giappone).

Categorie Documentario: (Presidente) Dominique Green, consulente (UK); Emma Lynch, Picture Editor, sito BBC Global News (UK); Julien Jourdes, cofondatore e COO di Blink.la (US); Fiona Rogers, Global Business Development Manager, Magnum Photos (UK).

Il concorso Open sarà presieduto da Jael Marschner, Group Picture Editor, Time Out (UK), mentre la competizione Student Focus sarà giudicata da Simon Bainbridge, editore, British Journal of Photography (UK), Mark Murrmann, Photo Editor, Mother Jones (US) e Matthew Tucker, Picture Editor, BuzzFeed UK (UK).

Questo insieme ai 30.000 dollari previsti per i vincitori assoluti delle varie categorie, i premi in palio con attrezzatura fotografica digitale di Sony di ultima generazione, l'esposizione delle opere alla mostra dei Sony World Photography Awards presso la Somerset House di Londra e nell'edizione 2016 del catalogo legato al concorso.

A tutti i fotografi iscritti ai Sony World Photography Awards sarà garantita l'opportunità di essere giudicati da illustri giurie di esperti del mondo della fotografia; visibilità e notorietà sulla scena globale per i finalisti annunciati il prossimo 23 febbraio, con i vincitori annunciati il 21 aprile, entrambi in mostra alla Somerset House di Londra dal 22 aprile all'8 maggio 2016, oltre alla possibilità di promuovere e vendere le proprie opere tramite la World Photography Organisation.

worldphoto.org/swpa

Posted by World Photography Organisation on Venerdì 30 ottobre 2015

Per partecipare basta effettuare la registrazione gratuita ad una delle diverse categorie in gara:

Sony World Photography Awards 2016: sezioni

Professionisti - 14 categorie suddivise in due generi, giudicate sulla base di un book fotografico

○ Arte - Architettura, Fotografia concettuale, Paesaggio, Ritratto, Fotografia in posa (Staged), Natura Morta (Still Life) e Fotografia spontanea (Candid).

○ Documentario - Campagne, Attualità (Current Affairs), Storia contemporanea (Contemporary Issues), Vita quotidiana, Ambiente, Persone e Sport

Open - sezione aperta a tutti, con 10 categorie giudicate sulla base di un solo scatto

○ Architettura, Arte e cultura, Fotoritocco, Luce soffusa, Natura e animali (Wildlife), Panorama, Persone, Sorrisi, Frazioni di secondo e Viaggio

Giovani - per giovani fotografi di età compresa fra 12 e 19 anni, con 3 categorie giudicate sulla base di un solo scatto ○ Cultura, Paesaggio e Ritratto

National Awards - interessa oltre 50 paesi e premia il miglior scatto di un fotografo locale

Student Focus - per talenti emergenti fra gli studenti che frequentano un qualsiasi corso universitario di fotografia

Sony World Photography Awards 2016: calendario

● 4 dicembre 2015 – Chiusura iscrizioni per il concorso Student Focus
● 5 gennaio 2016 – Chiusura iscrizioni per i concorsi Open, Giovani e National Award
● 12 gennaio 2016 – Chiusura iscrizioni per il concorso Professionisti
● 23 febbraio 2016 – Annuncio finalisti dei concorsi Professionisti, Open, National Award e Giovani

● 1° marzo 2016 – Annuncio finalisti del concorso Student Focus
● 15 marzo 2016 – Annuncio vincitori del concorso National Award
● 29 marzo 2016 – Annuncio vincitori dei concorsi Open e Giovani
● 21 aprile 2016 – Cerimonia di gala a Londra con consegna dell’Iris d’Or e del titolo di Photographer of the Year, premiazione dei vincitori delle categorie Professionisti e assegnazione dei titoli di Photographer of the Year per i concorsi Open, Giovani e Student Focus
● 22 aprile-8 maggio – Apertura della mostra dei Sony World Photography Awards 2015 presso la
Somerset House di Londra.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 714 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO