Bruce Springsteen senza maschera nelle fotografie di Frank Stefanko

Le fotografie tutta anima e niente maschera di Bruce Springsteen, scattate da Frank Stefanko per un libro con inediti

Nel 1977 ero nel backstage di un concerto di Patti Smith, che mi disse:
"Hey, dovresti farti fotografare da questo tipo. Si chiama Frank Stefanko". Patti mi raccontò che si trattava di un suo vecchio amico che lavorava in un impianto di confezionamento della carne nel South Jersey e che era un bravo fotografo.

Stavo completando Darkness On The Edge Of Town, così feci una telefonata a Frank. Un giorno di inverno mi presentai con la mia Vette modello anni Sessanta a casa sua, a Haddonfield, New Jersey. Le prime foto le facemmo in casa. Ricordo che si era fatto prestare una macchina fotografica e dovemmo chiamare il ragazzino della porta accanto per tenere su una luce, nel caso che diventasse buio. La copertina di Darkness fu scattata nella camera da letto di Frank. Gli esterni li improvvisammo nel suo giardinetto o per le viette del paese.

Erano fotografie grezze. Frank aveva un suo modo di eliminare qualunque residuo di celebrità che tu avessi accumulato nel tempo. Sapeva cogliere il "te" che era in "te". Sembrava che ti fotografasse secondo schemi molto rigidi e autoimposti, ma dentro quegli schemi sapeva creare un mondo compiuto; un mondo che sentivo profondamente connesso ai personaggi di cui avevo scritto in Darkness. La mancanza di grandiosità nelle foto, la loro immediatezza, la loro durezza, erano ciò che volevo a quell’epoca per la mia musica.

Frank fotografava sempre la tua vita interiore. Lasciava ben visibili i tuoi difetti esterni. Le sue foto avevano purezza e poesia; c’era anche un po’ di umorismo nella loro laconicità. Sull’onda di Born To Run, Frank si focalizzava sugli stessi conflitti in cui mi dibattevo: chi sono io? Dove vado ora? Frank mi ha mostrato la gente di cui scrivevo nelle mie canzoni. Ha rivelato il lato di me che era ancora parte di quella umanità. Grazie!
- Bruce Springsteen

Quando leggi cose del genere ti passa la voglia di usare le parole, per lasciare spazio alle immagini e le emozioni, al ritmo con le ballate rock di The Boss e la sua E Street Band, pronti ad infiammare i palchi e l'immaginario di generazioni con Darkness on the Edge of Town e The River, grazie alle immagini di questo fotografo 'operaio'.

Oggi che il "The River Tour 2016" di Bruce Springsteen torna sul Palco dello Stadio di San Siro a Milano, come in quel mitico giugno del 1985, prima di arrivare al Circo Massimo di Roma il prossimo 16 luglio, le fotografie tutta anima e niente maschera di Springsteen, scattate da Frank Stefanko dal 1978 al 1982, dopo aver impreziosito le copertine di album mitici come The River, insieme a Live 75/85, Greatest Hits, Tracks e The Essential Bruce Springsteen, con "Jungleland" offrono a tutti noi un viaggio nel tempo e nell'animo dell'uomo che ha nutrito la leggenda, alla Wall of Sound Gallery di Guido Harari fino al prossimo settembre.

Con lo stesso nome della canzone che chiude l’album "Born to Run", la mostra fotografica ci riporta dove tutto ha preso forma e ritmo, dalla casa della periferia americana che ha dato i natali a "Nebraska" ai tetti di New York, passando per le serate intorno al flipper con la band a fare il tifo, a quella posa sul cofano della macchina scelta da Springsteen per la copertina della sua autobiografia "Born To Run", in uscita mondiale il prossimo 27 settembre.


Bruce Springsteen. Jungleland - The Photography of Frank Stefanko

fino al 28 agosto 2016
Wall of Sound Gallery
Via Gastaldi nr. 4
Alba, Cuneo

Bruce Springsteen - Further On Up the Road

I got a song to sing, keep me out of the cold
and I'll meet you further on up the road

Dal testo della ballata scritta da Bruce Springsteen per "The Rising", al libro più esaustivo dedicato alla collaborazione quarantennale di Springsteen con l'obiettivo di Frank Stefanko, è il ritmo del rock di Springsteen a pervadere le 368 pagine di Bruce Springsteen - Further On Up the Road, pubblicato da Wall of Sound Editions a novembre 2017, con oltre 400 fotografie di Bruce Springsteen, in gran parte inedite o mai pubblicate prima, tratte dagli archivi di Frank Stefanko.

Tra foto iconiche (in vendita alla Wall of Sound Gallery di Guido Harari con stampe fine art in edizione numerata e firmata), documenti personali, Polaroid, ritagli di giornale, pass e molto altro, il libro include anche due servizi fotografici inediti, realizzati nella residenza di Springsteen a Colts Neck, NJ. Il primo realizzato nel 2004, all’epoca del disco Devils & Dust. Il secondo è stato concesso a Frank da Springsteen nell’aprile 2017, specificatamente per questo libro.  

Gli inediti si estendono anche alle foto in concerto dai tour del 2012 e 2016, con istantanee realizzate in occasione della festa organizzata dall’editore Simon & Schuster a New York nel 2016, per l’autobiografia di Springsteen Born To Run.

Ad accompagnare le immagini, anche l'introduzione di Bruce Springsteen, prefazioni dei due altri fotografi “storici” di Springsteen, Danny Clinch ed Eric Meola, insieme ad un lungo e approfondito testo di Frank Stefanko.

Il libro in pre-order per tutto il mondo da lunedì 8 maggio 2017, a chi lo ordina entro il 30 giugno 2017, assicura il nome inserito in una sezione speciale del volume di pregio che poi andrà in stampa, disponibile in edizione Collector (copie numerate 351-1978, in cofanetto a scivolo, 350€ più spedizione) ed edizione Deluxe (copie numerate 1-350 tutte personalmente firmate da Frank Stefanko, in cofanetto a scatola, 580€ più spedizione), con una stampa fine art (formato 24 x 30cm) numerata e firmata da Frank, disponibile esclusivamente per questa edizione e mai messa in vendita separatamente.

Una esclusiva stampa litografica (formato 24 x 30cm), non numerata né firmata, verrà inviata in omaggio insieme al libro a tutti coloro che lo ordineranno in prevendita entro il 31 ottobre 2017.

Le 368 pagine e i 20 inserti del libro, rilegato con copertina cartonata, misura 25,5 x 33,5cm. La stampa su carta da 200gr e la confezione sono state curate da Grafiche Milani, la tipografia artistica di Milano che ha già realizzato "The Kate Inside" con le fotografie di Kate Bush, realizzate da Guido Harari.

Foto | Bruce Springsteen. Jungleland - The Photography of Frank Stefanko

  • shares
  • Mail