La foto del bambino contro la marcia omofoba in Messico

bimbo contro la marcia omofoba in Messico

Ci sono foto che inevitabilmente lasciano senza parole, foto che fanno il giro del mondo e fanno riflettere, le immagini a volte sono molto più potenti di qualsiasi discorso o testo, siamo noi e un’immagine e questo basta per scuotere le coscienze. Pochi giorni fa sulla copertina del giornale messicano Regeneracion è stata pubblicata la foto di un bambino che si mette da solo di fronte alla marcia omofoba in Messico contro la recente approvazione della legge per i matrimoni tra persone dello stesso sesso. La fotografia è stata scattata dal fotogiornalista Manuel Rodriguez a Celaya.

La foto è stata pubblicata per vera e si spera che sia autentica (e le ombre sembrano vere) anche se è strano che nessun altro abbia scattato un’altra foto e l’abbia pubblicata sui social network e anche che non ci siano altri punti di vista… Il bambino, che ha solo 12 anni, ha dichiarato: "Ho uno zio gay e non voglio che sia odiato".

In ogni caso questa è una foto universale che racconta disagi e ingiustizie, il non capire che qualcuno abbia gusti, bisogni ed esigenze diverse dalle nostre, non accettarli e addirittura combattere contro la libertà altrui è davvero assurdo. Speriamo che questa foto serva a far riflettere le persone, e non solo in Messico, c’è molto lavoro da fare anche da noi in Italia.


“Tengo un tío que es gay y no me gusta que lo odien”, dijo el niño de aproximadamente 12 años www.regeneracion.mx

Una foto pubblicata da Regeneración (@regeneraciontv) in data:


via | repubblica

  • shares
  • Mail