Arezzo&Fotografia 2016: VI Biennale internazionale di arte fotografica

Uno sguardo al programma della VI edizione della biennale internazionale di arte fotografica che si svolgerà ad Arezzo dal 2 al 11 dicembre 2016

Arezzo, ben nota al mondo come amena città medievale toscana e simbolo del Rinascimento italiano, dopo ad aver dato i natali a Petrarca, botteghe a generazioni di orafi e attrazioni ad ogni genere di viaggiatore, si prepara ad accogliere sguardi e obiettivi della sesta edizione della biennale internazionale di arte fotografica Arezzo&Fotografia.

Il programma di mostre ad ingresso libero e gratuito, incontri, eventi, letture portfolio, workshop ed occasioni di confronto, da venerdì 2 a domenica 11 dicembre 2016, promette di animare diverse sedi del centro storico di Arezzo, con tanti sguardi e obiettivi, tecniche e stili che spaziano, dal bianco e nero della vita lontana dalla modernità del "Wild and free" di Niki Boon, al profondo blu colto dal foro stenopeico (Pinhole) del "Pinholog" di Nadir Kayacan, esposti al Palazzo Gozzani, passando per la natura morta e concettuale di "Life Science" del neuroscienziato ed appassionato fotografo Eran Gilat al Museo Archeologico Gaio Cilnio Mecenate.

La biennale a Palazzo Sacchi si muove dalle relazioni dello sguardo con l'universo femminile "Infinity" di Robert Hutinski, agli istanti silenti del viaggio alla ricerca di identità del "Sit Silently" di Katrina Kepule, mentre al Mercato Logge del Grano si spazia dal "Mondo Rom" di Valerio Bisturi a quello degli abitanti della città mineraria di Norilsk, più a nord di tutto il mondo con "Days of night | Nights of day2 di Elena Chernyshova.

Un lungo viaggio nel tempo, che parte dall'epoca in cui viviamo colta da "Followers" di Marco Onofri, scelto come immagini guida, alla Casa dell'energia (ex fonderia Bastanzetti) con la visione poetica della vecchia Parigi delle "Flying Houses" di Laurent Chéhère, e le "Pinhole Photographs PHOTOGRAPHS" di Marja Pirilä.

"Gli anni della Dolce Vita" di Mario Giacomelli, Mario De Biasi, Nino Migliorini, Gianni Berengo Gardin, Elio Ciol e Giorgio Tani, sarnno all'Oratorio dei Santi Lorentino e Pergentino, le immagini contemporanee di Tony Gonzalez ispirate ai dipinti neoclassici e realisti di "Naidas" alla Galleria Spazio Imago, il passato, il presente e il futuro della ricerca fotografica della "Stampe al pigmento 2.0" di Roberto Lavini al Fotoclub La Chimera.

Una foto pubblicata da Arezzo&Fotografia (@arezzoefotografia) in data:


Ma questo non è che un assaggio del programma di questa edizione del festival, curato dall'Associazione Fotografica Imago con la direzione artistica di Fanny Raspini, che potete iniziare a sbirciare nella gallery, mentre online trovate già molto, tra Lectio Magistralis, eventi collaterali e workshop per approfondire la tecnica di stampa a colori, l’oliotipia, o la fotografia stenopeica.

Arezzo & Fotografia
VI Biennale internazionale di arte fotografica

2-11 dicembre 2016
Arezzo

Foto | Arezzo&Fotografia 2016, Courtesy A&F

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 100 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail