Loren Worthington, il fotografo tetraplegico delle Paralimpiadi 2016

Durante una partita di baseball, 30 anni fa all’età di 21 anni, Loren Worthington ha avuto un incidente e si è lesionato la spina dorsale, è rimasto tetraplegico ed ha dovuto imparare a fare tutto, di nuovo. A distanza di 30 anni Loren Worthington ha avuto il suo riscatto, dopo anni passati a fare fotografie sulla sedia a rotelle, il suo talento e la sua forza sono stati riconosciuti e quest’anno è partito alla volta di Rio come fotografo ufficiale delle Paralimpiadi 2016.

Loren Worthington

Loren Worthington non può più muovere le gambe ed ha un uso limitato delle braccia, ha adattato la fotocamera alle sue abilità residue e, con forza e determinazione, riesce a gestire la sua reflex come chiunque altro, usa un otturatore che si regola con la bocca perché non può muovere la mano destra, e si avvale di uno speciale stativo che gli permette di avere stabilità e realizzare scatti nitidi. Niente sconti però per Loren Worthington, le sue foto sono belle e basta, come le scatta e le difficoltà che incontra sono un’altra storia.

Per una questione di feeling Loren Worthington si è reso conto che quello che gli viene meglio è lavorare con gli sportivi disabili, lui si sente a casa e loro, molto probabilmente, si aprono e si sentono liberi di essere se stessi e di farsi fotografare. Guardate il video in alto, è meraviglioso.

via | iso1200

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 17 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail