Fujifilm Instax Share SP-2, la recensione della stampante istantanea WiFi

Ho messo alla prova la stampante portatile Fujifilm Instax Share SP-2 che tramite WiFi permette di stampare da smartphone sulle pellicole istantanee Fujifilm Instax

Ti regalo una foto? Un'offerta che fa un po' tristezza nell'era del digitale. Non è un regalo che puoi toccare con mano, che puoi rendere unico magari con una dedica di tuo pugno. Ma se per foto intendiamo una stampa, allora il discorso cambia.

Il vero piacere della fotografia è infatti quello di materializzare le immagini su un supporto. Un piacere che diventa magico quando utilizziamo la Fujifilm Instax Share SP-2. Una magia dovuta al fatto che questa stampante portatile WiFi si basa sulle pellicole istantanee Instax Mini.

Infatti appena escono dalla stampante queste pellicole sembrano vuote. Solo dopo una trentina di secondi l'immagine inizia a materializzarsi lentamente, mostrando i suoi reali contrasti e colori solo dopo circa tre minuti. Un regalo quindi davvero magico e che soprattutto resta nel tempo.

Ma procediamo con ordine, iniziando con le prime impressioni.

Prime impressioni

La Fujifilm Instax Share SP-2 non è piccolissima e neppure leggerissima con i suoi 300 grammi, batterie e stampine incluse. Ma se siamo abituati ad andare a zonzo con una borsa possiamo portarla con noi senza particolari problemi. La batteria al litio ci consente poi di realizzare fino a 100 stampe prima di richiedere una nuova ricarica, che si effettua tranquillamente con il classico cavetto MicroUSB, lo stesso magari del nostro smartphone.

Quando la appoggiamo sul tavolo farà comunque un figurone, grazie al suo design originale, caratterizzato da curve e spigoli, oltre che da una colorazione tra l'opaco e il metallescente. I controlli si limitano a due pulsanti: uno per accendere e spegnere, uno per avviare la ristampa dell'ultima immagine ricevuta. Più numerose le spie, ma è dovuto al fatto che dieci sono destinate a indicare il numero di stampe ancora disponibili. L'undicesima spia indica lo stato della batteria.

Il suo utilizzo è estremamente semplice. Si deve ricaricare la batteria. Si inserisce il caricatore che contiene le stampine Instax Mini. Si scarica e si apre l'app dedicata Instax Share. Si seleziona la foto che vogliamo stampare. Volendo possiamo modificarla, ruotando o ritagliando, così come possiamo aggiungere filtri, disegni e scritte. Al momento della stampa si connette in WiFi direttamente alla stampante, che in circa 10 secondi espellerà la stampina.

A questo punto come già detto basta aspettare: dopo circa tre minuti avremo il nostro regalo pronto!

04_dsc_8847.jpg

Qualità immagine

Premessa doverosa: le stampine Instax Mini sono davvero ine-ine-ine! L'area destinata all'immagine è di soli 62x46mm, quindi parlare di qualità immagine risulta un po' relativo. In ogni caso la Fujifilm Instax Share SP-2 garantisce una risoluzione di stampa di 320dpi, sufficiente a restituire una buona nitidezza.

Altrettanto buoni il contrasto e la saturazione. Solo la resa cromatica è leggermente più calda, come potete vedere nelle immagini di prova.

05_dsc_8845.jpg

Conclusioni

Cosa regalare a Natale? Sarebbe bello regalare qualcosa che ci piace. Quindi se amiamo la fotografia è naturale regalare delle fotografie. Ma fotografie stampate. Stampe chimiche, stampe digitali, stampe istantanee, purché siano stampe. Se la vostra scelta è caduta sulla fotografia istantanea, allora la Fujifilm Instax Share SP-2 farà sicuramente al caso vostro.

Ma non stampate a casa. Stampate piuttosto davanti al destinatario della foto. L'assistere alla stampa e al magico materializzarsi dell'immagine, sarà anch'esso parte del vostro regalo.

Piace:
- design
- magia della fotografia istantanea
- qualità di stampa

Non piace:
- l'app dedicata a volte si blocca

  • shares
  • Mail