La tribù dell'Amazzonia fotografata da Ricardo Stuckert

Il mondo va avanti ad una velocità impressionante, la tecnologia ci trascina nel futuro e noi quasi non ce ne accorgiamo, ma ci sono ancora posti nel mondo in cui le persone vivono seguendo i ritmi della natura e del loro istinto, dove non c’è il progresso ma neanche la globalizzazione (che fa rima con omologazione). Durante un volo in elicottero, il fotografo brasiliano Ricardo Stuckert ha dovuto cambiare rotta per il maltempo e si è ritrovato davanti agli occhi una tribù amazzonica, persone che vivono totalmente isolate da tutto il resto del mondo.

Questa tribù è composta da circa 300 persone e si trova nello stato di Acre, lungo il confine con il Perù, una zona incontaminata ed immersa nella foresta selvaggia, dove non c’è alcun contatto con l’esterno. Gli indios appena si sono accorti dell’elicotteri hanno lanciato frecce contro l’elicottero per allontanare gli intrusi, Ricardo Stuckert ha scattato qualche foto dall’alto e poi è andato via. Le immagini potete vederle sul suo sito e poi su vari magazine come Repubblica, The Guardian e The Independent. Ricardo Stuckert ha dichiarato:

“Viviamo in un'epoca in cui gli uomini sono stati sulla luna. Eppure, qui in Brasile ci sono persone che continuano a vivere come decine di migliaia di anni fa".

Ricardo Stuckert

Se la storia degli indios brasiliani vi affascina guardate il film "Il sale della Terra" di Salgado e Wenders.

Via | petapixel

  • shares
  • Mail