Lorenzo Castore: Ultimo domicilio

Lorenzo Castore in viaggio nella memoria trattenuta dalle case vissute, amate o solo frequentate, ritrovata in foto, tracce e indizi

Le case dove abitiamo conservano le tracce della nostra esistenza a lungo, anche quando le lasciamo o siamo costretti ad abbandonarle. La memoria delle case vissute, amate o solo frequentate, è più resistente della nostra, per questa ragione Lorenzo Castore ha deciso di renderle dimora di tracce ed indizi del suo "Ultimo domicilio".

Un progetto a lungo termine e ampio respiro, con un approccio documentario e narrativo, iniziato incosapevolmente nel 2008, in viaggio a Sarajevo e Mostar, fotografando le case abbandonate durante la guerra, come rielaborazione della traumatica esperienza vissuta in Albania e Kosovo nel 1999, ma sviluppato negli anni, in altri luoghi e in altri paesi, con l'obiettivo di Castore in visita nelle casa della storia (Finale Ligure), la casa della gioventù e della poesia (Casarola, divenuto anche film), della ricerca di un padre (Brooklyn), la casa della madre (Fontensy Mauvoisin) e quella di un nuovo inizio (Cracovia, la casa di Castore).

"Questo lavoro è diviso in sette capitoli. Ciascuno racconta la storia di una casa. Ho conosciuto queste case per motivi differenti. In alcune ho vissuto, altre erano abbandonate…case che ho visitato, case che ho posseduto, case di altre persone. Tutte raccontano qualcosa che cercavo in anni di spostamenti. Ciascuna casa descrive un mondo interiore complesso, senz’altro legato alla mia vita personale, ma anche, spero, all’esperienza collettiva. Queste case parlano di passaggio e intimità." Lorenzo Castore

Il viaggio di "Ultimo Domicilio", nel corso del tempo è diventato anche un film di 18 minuti realizzato in collaborazione con il compositore Emanuele de Raymondi (che apre questa segnalazione) e nel 2015, un libro edito da L’Artiere Edizioni, curato da Laura Serani, come la mostra, ospitata dallo spazio espositivo della Fondazione Studio Marangoni di Firenze.

Quello che vi fissa da una foto appesa al muro, prende il largo con vecchi velieri che profumano di legno, o vi aspetta dietro il drappo pesante della tenda di velluto rosso, lo scoprirete dal prossimo venerdì 17 febbraio,

«La petite recherche di Castore, come per accentuarne gli accenti proustiani, si articola in sette capitoli, uno per casa; sette come i misteri, come i cieli e i mari antichi. Per avventurarsi, protetto dal numero magico, alla ricerca dell’equilibrio perfetto, del paradiso perduto, dell’archetipo della casa ideale, dove la poesia aleggia su ogni cosa e dove rimettere insieme i tasselli del puzzle, sfare la valigia e mettere in ordine la sua collezione di muse, eroi e numi tutelari.» Laura Serani

Il fotografo nato a Firenze nel 1973, Premio Mario Giacomelli (2004) e Leica European Publishers Award (2005), rappresentato dall’agenzia e galleria VU' e da LUZ, presenterà anche il libro, con la curatrice Laura Serani, sabato 25 marzo 2017 (alle ore 18 e ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti).


Ultimo Domicilio
Lorenzo Castore

17 febbraio - 6 maggio 2017
inaugurazione: venerdì 17 febbraio 2017, ore 18.00)
Fondazione Studio Marangoni
via San Zanobi, 19r
Firenze

Foto | Ultimo domicilio © Lorenzo Castore, Courtesy Fondazione Studio Marangoni

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO