La startup di Panono finisce in bancarotta

startup di Panono finisce in bancarotta

Le campagne di crowdfunding sono uno dei modi più efficaci con cui chi ha una buona idea può provare a concretizzarla, ne fanno ampio uso le startup e le piccole realtà artigianali, ma anche marchi più consolidati come Lomography. Di solito noi parliamo dei progetti in cerca di finanziamento ma poi non li seguiamo più, spesso va tutto a buon fine ma a volte i progetti non decollano o arrivano talmente tardi sul mercato da essere già ampiamente superati. Ha avuto questo infausto destino la LilyCamera e anche il progetto di Panono, la fotocamera sferica che si lancia in aria e ci consegna delle foto panoramiche da 72 megapixel. Il crowdfunding aveva raccolto 1,25 milioni di dollari nel 2013, ma aveva mancato l'obiettivo di spedire il prodotto ai sostenitori della campagna Indiegogo nel 2014.

Le cose andavano abbastanza bene tant’è che lo scorso anno al Photokina era stata presentata una versione 2.0 da 108 megapixel con 36 foto/videocamere sparse lungo la superficie della sfera. Purtroppo però questa seconda fotocamera panono non è mai stata spedita ai backers ma immessa sul mercato a 1500 dollari, una cifra che doveva ricoprire anche gli errori passati.

Tutto è sfumato e la startup tedesca ha fatto una richiesta di bancarotta presso la corte di Berlino.

via | petapixel

  • shares
  • Mail