Il fotografo sudafricano Zwelethu Mthethwa condannato a 18 anni di carcere

Zwelethu Mthethwa è un fotografo sudafricano molto famoso che è stato condannato a 18 anni di carcere per aver assassinato una prostituta nel 2013. Zwelethu Mthethwa è un artista che ha all’attivo ben 35 mostre personali internazionali in come il Museum of Modern Art e l’International Centre of Photography di New York, il Victoria & Albert Museum a Londra, il Centre Pompidou di Parigi e alla Biennale di Venezia.

Zwelethu Mthethwa

Nel marzo del 2013 Zwelethu Mthethwa è stato condannato per aver picchiato a morte la prostituta Nokuphila Kumalo, una ragazza di soli 23 anni. In Sudafrica la condanna per questo genere di reati è di 15 anni ma il giudice gliene ha assegnati 18 per insensibilità, la crudeltà e la brutalità del crimine. È davvero desolante vedere come un grande talento, uno di quelli famosi e conosciuti, sia stato annientato dalle bassezze dell’animo umano, dagli istinti più vili e bassi. Quando l’animo non è limpido, non ci sono arte, talento e fama che tengano.

La Jack Shainman Gallery che rappresenta l’artista sta continuando a vendere alcune sue opere ma ha tolto il nome del fotografo.

via | petapixel
Foto | Facebook Sunday World

  • shares
  • +1
  • Mail