Lexar chiude i battenti

Lexar chiude i battenti

Ogni tanto il mondo della fotografia viene sconvolto da notizie inaspettate e qualche giorno fa ne è arrivata una che nessuno si sarebbe mai aspettato: Lexar sta per chiudere i battenti. Micron che è l’azienda madre di Lexar ha deciso di sospendere questa parte della loro attività, è incredibile ma pare che il costo di produzione dei modelli professionali siano troppo alti per essere anche sostenibili. Micron vende le fotocamere abbinate a schede di memoria Lexar ma evidentemente questa opzione non ha abbastanza spinta sul mercato, al punto che l’azienda ha scelto di dedicare le proprie energie e risorse a mercati più in crescita e più remunerativi.

I prezzi delle schede più dotate, quelle che fanno davvero la differenza per un’azienda che mira ai massimi livelli, hanno costi di produzione troppo elevati e quindi anche di distribuzione, ad esempio la CFast 2.0 da 512 GB e 3500x di velocità costa ben 1700 dollari.

C’è ancora una piccola speranza dato che non è escluso che Micron venda Lexar a qualche altra azienda.

  • shares
  • +1
  • Mail