Poliziotto scambia la fotocamera per un'arma e spara al fotografo

Poliziotto scambia la fotocamera per un'arma e spara al fotografo

In America il controllo delle armi da fuoco è un problema molto serio, l’allerta e la paura sono talmente alte che si finisce per sparare troppo facilmente con la scusa di doversi difendere. È successo più volte quando a farne le spese erano giovani afroamericani, e continua ad accadere anche a persone che fino ad un attimo prima stavano vivendo la loro vita. Qualche giorno fa un poliziotto ha sparato ad un fotografo, il primo era fermo ad un posto di blocco e il fotografo stava semplicemente scattando delle foto alle insegne luminose della città.

Il fotografo Andy Grimm si è beccato un colpo di pistola perché la sua macchina fotografica è stata scambiata per un’arma, è stato prontamente portato in ospedale, ma al di la di tutto è assurdo che possano accadere queste cose. La vicenda è stata raccontata dal New Carlisle News, un giornale dell'Ohio, con cui Andy Grimm lavora come fotografo freelance.

Notizie come questa, così da lontano, non preoccupano più di tanto, ma è davvero inquietante, va bene difendersi, va bene combattere terrorismo e delinquenza, ma così diventa pericoloso anche uscire a mangiare un panino o scattare delle foto.

Foto | newcarlislenews

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 14 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO