Addio ad Ata Kandó, è morta la fotografa ungherese simbolo del Novecento

A 103 anni è morta la fotografa ungherese Ata Kandó che è sopravvissuta all'olocausto

È sempre un po’ triste conoscere un fotografo solo quando non c’è più, mi sono imbattuta nella notizia della morte di Ata Kandó e mi sono chiesta chi fosse, io non la conoscevo, ma probabilmente molti di voi si. Mi sono chiesta se riportare o no la notizia, ma la mia indecisione si è dileguata appena ho visto le sue fotografie, tra l’altro un piccolo estratto della sua immensa produzione. Ata Kandó è nata a Budapest nel 1913 da una famiglia ungherese di origini ebraica, è morta qualche giorno fa all’età di 103 anni, è stata una delle fotografe più importanti del 900 e si è occupata di fotografia sociale e fotografia di moda.

Da ragazza sposa il suo insegnante Gyula Kandó e poi insieme si trasferiscono a Parigi, sono gli anni dell’olocausto ed è pericoloso per lei vivere lì, assume il cognome del marito per evitare di finire in un campo di concentramento e insieme tornato a Budapest. Nella loro casa nascondono moltissimi ebrei, hanno salvato molte vite tant’è che nel 1998 vengono insigniti del Righteous Among the Nations, un'importante onorificenza che lo Stato di Israele ha concesso a tutte le persone che hanno messo in pericolo la propria vita per salvare gli ebrei dallo sterminio nazista.

Dopo la guerra Ata Kandó torna a Parigi e Robert Capa la assume alla Magnum. Negli anni realizza molti importanti lavori, fotografa il mondo della moda ma si occupa molto anche di sociale, è una delle testimoni della Rivoluzione Ungherese del 1956 ha fotografato soprattutto i bambini, le vittime della furia rivoluzionaria. Ata Kandó disse:

“Volevo catturare la situazione di coloro che avevano subito la rivoluzione ungherese del 1956, specialmente i bambini. Ho sentito un’affinità con le persone che avevano perso il loro paese, dato che ero stata una rifugiata anche io”.

Il successo vero arriva con le foto scattate alle tribù indiane del Sud America che negli anni Settanta erano rare. Nella fotogallery trovare una piccola selezione delle sue foto, immagini delicate e poetiche, che risultano estremamente contemporanee. Io cercherò di approfondire la storia e le immagini di Ata Kandó.

Foto | Pinterest
via | artribune

  • shares
  • Mail