Panasonic Lumix G9: la mirrorless micro quattro con raffiche a 20fps

Caratteristiche, funzioni, prezzo e disponibilità della nuova mirrorless Panasonic Lumix G9

Panasonic ha appena annunciato la Lumix G9, una macchina fotografica top gamma che va a potenziare l’aspetto fotografico, oltre a quello video che ormai è consolidato. La mirrorless Lumix G9 presenta un sensore MOS Digital Live da 20,3 megapixel in formato micro quattro terzi e il processore Venus Engine. La sensibilità va da 200 a 25.600 ISO e abbiamo il sistema di stabilizzazione delle immagini è il Dual I.S con una compensazione delle vibrazioni pari a 6,5 stop.

È stato migliorato l’autofocus che utilizza la tecnologia DFD (Depth From Defocus) e che permette una migliore gestione dell'autofocus a contrasto nelle situazioni più difficili e nel tracking, inoltre si possono effettuare delle raffiche fino a 20fps con autofocus automatico e otturatore elettronico. La velocità di messa a fuoco di circa 0,04 sec e 60 fps (AFS)/ 20 fps (AFC), con otturatore elettronico a piena risoluzione. Ci sono 225 aree di messa a fuoco, l'AF tracking, l'AF a zona e il Pinpoint AF da scegliere in base a quello che intendiamo fotografare e che si possono facilmente gestire tramite il joystick posto sul retro. I video possono essere registrati a risoluzione Ultra HD fino a 60fps e con un bit rate di 150Mbps, abbiamo la funzionalità Photo 4K/6K, che permette di estrapolare delle fotografie dalle raffiche a risoluzione 4K o 6K a 60fps e 30fps. C’è anche una funzione molto interessante che si chiama modalità Alta Risoluzione (High Resolution Mode) che realizza immagini con una risoluzione di 80 megapixel, che si ottiene tramite lo spostamento del sensore che permette di creare 8 scatti che vengono poi fusi in un’unica immagine.

La Lumix G9 presenta un mirino elettronico è un OLED da 3,68 milioni di punti con copertura del campo visivo del 100%, un display touchscreen da 3" ed un piccolo display LCD secondario posto sulla parte superiore della fotocamera, due slot per schede SD con supporto a UHS-II, la connessione Bluetooth 4.2 BLE e il Wi-Fi dual-band, un'uscita HDMI ed una per le cuffie, l'ingresso per il microfono e una porta USB 3. È possibile anche ricaricare la fotocamera tramite cavo USB mentre la macchina è in funzione, ad esempio mentre si fanno i timelapse. La batteria ha un’autonomia di circa 400 scatti. Tramite l’app Panasonic Image App (iOS e Android) è possibile controllare la fotocamera da remoto con smartphone e tablet. Il corpo macchina è realizzato in lega di magnesio, misura solo 137 x 97 x 92 mm e pesa appena 658 grammi, è resistente a acqua e polvere e alle basse temperature fino a -10 gradi.

La Panasonic Lumix G9 sarà disponibile da gennaio 2018, il corpo a 1.699 euro e in kit con l'obiettivo 12-60mm LEICA F2.8 al prezzo di 2.299 euro.

  • shares
  • +1
  • Mail