Mostre fotografiche 2° weekend dicembre e ponte dell'Immacolata 2017

Aspettando il secondo fine settimana di dicembre e il ponte dell'Immacolata con una nuova selezione di mostre fotografiche

La selezione di mostre fotografiche inaugurate in tutta Italia questa settimana, aspetta il secondo weekend di dicembre e il ponte dell'Immacolata con fermento, passione turbolenta e obiettivi sovversivi, da Che Guevara a Vivian Maier, passando per i fotografi giapponesi, la Regina del Punk e la fotografia in mostra nella Nuvola di Fuksas, con la 16a Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria Più libri più liberi.

These japanese. Fotografi in un tempo turbolento. Così lontani, così vicini.

La galleria Misia Arte e Cellule Creative Studio presentano la mostra di opere fotografiche di artisti giapponesi, Takuma Nakahira, Yutaka Takanashi, Daido Moriyama, Susumu Matsushima, Hitomi Watanabe, Kazuo Kitai, Eikoh Hosoe e Miyako Ishiuchi, provenenti dalla collezione di Angelo Ceglie, appassionato di fotografia.

Realizzate in Giappone tra gli anni Sessanta e Settanta, le fotografie in mostra sono la testimonianza di una stagione ricca di cambiamenti e il punto di partenza della maggior parte delle forme espressive attuali.

Il rigore compositivo ed estetizzante di Eikoh Hosoe e l’approccio radicale di Takuma Nakahira, i racconti urbani di Yutaka Takanashi e le geniali ossessioni di Daido Moriyama, lo sguardo sensibile e sgranato di Miyako Ishiuchi e le cronache della protesta di Hitomi Watanabe e Kazuo Kitai, per finire con le pin-up sensuali e colorate di Susumu Matsushima; questo il racconto di un mondo in costante e tumultuoso mutamento, riportato da punti di vista diversi e dissonanti, destinati comunque a divenire imprescindibile “storia della fotografia”.

Completano il ritmo del progetto espositivo l’associazione di queste opere con alcuni pezzi dal design originale scelti da Stefano Straziota, direttore creativo della galleria Misia Arte e Cellule Creative Studio, attraverso lo studio della forma e della decorazione.

2 dicembre 2017 - 12 gennaio 2018
Inaugurazione: martedì 5 dicembre 2017, ore
Misia Arte
Via Nicolò Putignani, 153
Bari

16° Più libri più liberi
Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria

6 - 10 dicembre 2017
Roma Convention Center – La Nuvola
Viale Asia, 44
Eur - Roma

Che Guevara, tu y todos
6 dicembre 2017 – 1 aprile 2018
Fabbrica del Vapore
via Giulio Cesare Procaccini, 4
Milano

Xiaoyi Chen e Giulia Marchi. One Giant Leap

Matèria è lieta di presentare ‘one giant leap’, una mostra di lavori tratti dalla recente produzione artistica di Giulia Marchi e Xiaoyi Chen. La doppia personale vede le artiste unificate da un tema comune, la luna, concettualizzata ed esaminata tramite l’utilizzo installativo della fotografia e la scultura, spesso adoperate in chiave site-specific.

Nella prima sala della galleria viene presentata una selezione di lavori recenti e inediti di Giulia Marchi. Fluxus, esposto per la prima volta in forma completa, è composto da 20 polaroid meticolosamente allestite dall’artista nello spazio. La disposizione e distribuzione delle immagini è volta a citare l’influenza culturale, storica, nonché geologicamente tangibile del corpo celeste a noi più vicino. Giulia Marchi non alza mai lo sguardo a fotografare la luna, bensì ne immagina e ne crea una nuova, manualmente, attraverso l’utilizzo di una maschera circolare posizionata sulla lente del suo foro stenopeico con il quale scandisce i tempi di scatto in riferimento diretto alle maree dettate dalla luna. La serialità del lavoro e l’immaginario che ne scaturisce rendono entrambi omaggio al dialogo poetico e ininterrotto tra cielo e terra. A completare l’installazione, Giulia Marchi presenta in anteprima Campo del Cielo # Chorotis, un corpus di sculture in ferro proiettate ad una visione futura dell’universo e Ciclo di Saros, di cui troviamo esposti quattro dei nove studi sulle eclissi lunari che avverranno in un futuro prossimo.

Le riflessioni e gli spunti proposti da Marchi trovano terreno fertile nell’installazione presentata nella seconda sala della galleria da Xiaoyi Chen. L’opera site specific ruota intorno ad un video di grandi dimensioni, proposto dall’artista come fulcro di un’installazione multidisciplinare, profondamente legata alle tematiche che hanno sin qui caratterizzato la carriera della giovane artista. Semplificazione, astrazione e la natura simbolica di ciò che viene creato, formano un tessuto estetico volto a creare un’esperienza immersiva, durante la quale la luna detta il tempo, la visibilità e la percezione di ciò che osserviamo.

Orario visite
Martedì - sabato, ore 11.00-19.00
Ingresso libero

6 dicembre 2017 - 7 febbraio 2018
Inaugurazione: mercoledì 6 dicembre 2017, ore 19.00
Matèria
Via Tiburtina, 149
Roma

World Press Photo. 60esima edizione
7 dicembre 2017 - 8 gennaio 2018
Forte di Bard Bard
Bard

Wolfgang Zurborn: Instant Kharma

Da New Delhi a Calcutta, un viaggio fotografico nei contrasti delle megalopoli indiane, universi in continuo fermento, ritratti dal tedesco Wolfgang Zurborn: è “Instant Kharma”, uno degli eventi speciali del 17° River to River Florence Indian Film Festival, unico festival italiano dedicato alla cinematografia indiana, che si terrà dal 7 al 12 dicembre al cinema La Compagnia di Firenze con oltre 40 eventi tra proiezioni, talk, lezioni di cucina ed eventi off (www.rivertoriver.it).

“Instant Kharma”, visitabile gratuitamente fino al 31 gennaio, ritrae in 24 scatti le megalopoli come mix selvaggio di culture, attraverso gli scatti di Zurborn realizzati dal 2013 al 2015. Un fitto collage di segnali, propaganda, pubblicità, simboli religiosi, gente vestita in stili diversi, che circola in strutture mega-urbane in costante competizione tra i diversi sistemi di valori dello stile di vita occidentale, diffuso dai miti dei mass media, e la profonda fede religiosa insita nella cultura indiana, testimoniata dagli onnipresenti idoli divini sparsi nel paesaggio urbano.

“La sfida dell’incontro con questo mondo sconosciuto - dice il fotografo Wolfgang Zurborn - è per me quella di trasformare l’esperienza personale dei mondi paralleli altamente complessi e interconnessi delle megalopoli in un linguaggio pittorico individuale, che non releghi l’ignoto nel regno dell’esotico, ma che riveli vicinanza a ciò che è estraneo. Per catturare la vivace vita di strada dell’India, è stato necessario creare principi di ordine nelle mie fotografie, che non tradissero il caos. Il disordine sereno delle strade di New Delhi e di Calcutta può così anche essere visto come un’opportunità per acquisire una tolleranza che rispetti i diversi modi di vivere e le varie religioni”.

In occasione dell’inaugurazione della mostra, sarà possibile degustare finger food indiano accompagnato dal vino gentilmente offerto da Barone Ricasoli.

A seguire alle 20.30, al Cinema la Compagnia, l’inaugurazione del 17° River to River Florence Indian Film Festival con la proiezione in anteprima italiana di “Newton”, pellicola di satira politica del regista Amit Masurkar, candidata dall’India agli Oscar come Miglior Film Straniero. Il film, presentato alla 67° Berlinale, premiato con il prestigioso “International Federation of Art Cinemas”, e reduce dal Tribeca Film Festival e dal Festival Internazionale del Cinema di Hong Kong, dove si è aggiudicato il premio della giuria, è una brillante commedia nera sulla violazione dei diritti umani e la necessità di rafforzare la democrazia. A presentare il film, Manish Mundra, produttore e fondatore della famosa casa di produzione indiana Drishyam Films.

Wolfgang Zurborn è nato nel 1956 a Ludwigshafen sul Reno, ha studiato presso la Scuola Statale di Fotografia della Baviera, a Monaco e presso l’Università di Scienze Applicate di Dortmund. Nel 1985, gli viene conferita la “Otto Steinert Fellowship” della Deutsche Gesellschaft Für Photographie, dal 1986 è co-organizzatore della Galerie Lichtblick di Colonia, dal 1998 è membro del Consiglio Direttivo dell’Accademia di Fotografia tedesca. Dal 2001 insegna presso vari seminari e accademia e nel 2010 fonda la Scuola di Lichtblick. Le sue opere sono state esposte in tutto il mondo. Nel 2009, la Haus der Photographie Deichtorhallen di Amburgo ha presentato una panoramica delle opere di Wolfgang Zurborn con fotografie in bianco e nero degli anni Ottanta e le serie “Drift e China! Which China?”.

Orario visite
lunedì - sabato, ora 15-19,
o su appuntamento allo 055 481106.
La galleria resterà chiusa per vacanze natalizie dal 24 dicembre al 7 gennaio compresi.

Il River to River Florence Indian Film Festival si svolge con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India e sotto l’egida di Fondazione Sistema Toscana, e realizzato con il contributo di Regione Toscana, Ente Cassa di Risparmio di Firenze e Ufficio Nazionale del Turismo Indiano di Milano. Il festival si avvale della collaborazione degli sponsor Salvatore Ferragamo, Instyle, Air India, Hotel Roma, Baiana Tour Operator, Pensione Canada e dei partner Fondazione Studio Marangoni, Pocket Films, Amblè, Barone Ricasoli, Cescot Firenze, Indian Association of North Italy, Buh!, Royal India e dei media partner Firenze Spettacolo e Rdf.

7 dicembre 2017 - 31 gennaio 2018
Inaugurazione: giovedì 7 dicembre 2017, ore 18.00
17° River to River Florence Indian Film Festival
fsm gallery - Fondazione Studio Marangoni
via San Zanobi, 19r
Firenze

Vivian Maier dans le miroir
Arezzo & Fotografia 2017
8 dicembre 2017 - 7 gennaio 2018
Galleria Imago
via Vittorio Veneto, 33/20
Arezzo

Vivienne Westwood OFF the Stage. Viaggio nel dietro le quinte della Regina del Punk!

La mostra curata da Francesca Biagini, ripercorre il processo e tutte le fasi che stanno dietro alla produzione di una sfilata della stilista. Non e’ semplicemente una retrospettiva del dietro le quinte, quanto piuttosto uno scandagliare il processo il cui culmine in evidenza e’ la sfilata

8 dicembre 2017 - 15 gennaio 2018
Inaugurazione: venerdì 8 dicembre 2017, ore 18.00
Comodo64
Via Candelo, 2
Torino
vivienne-westwood-off-the-stage-viaggio-nel-dietro-le-quinte-della-regina-del-punk.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO