NAB 2018 | Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K: sogno o realtà?

Se si parla di 4K a 60 fps in RAW ci vengono in mente cifre esose e registratori esterni, non di certo una camera  quasi tascabile che si può comprare a poco più di 1000 euro.

blackmagic-pocket-cinema-camera-4k-xl.jpg

BlackMagic Pocket Cinema Camera 4K presenta un corpo macchina certamente meno tascabile della sua progenitrice, in compenso accoglie un sensore Micro 4/3 più grande (18.96mm x 10mm contro 12.48mm x 7.02mm) e predisposto per l'HDR, con 13 stop di gamma dinamica e ben 25600 ISO di sensibilità massima.

La Pocket 4K è compatibile con standard SD UHS-II e C-Fast ma permette di registrare anche su un Solid State Drive tramite porta USB-C. HDMI standard, ingresso mic da 3,5mm, uscita cuffie e mini-XLR con alimentazione Phantom vanno a completare un reparto connessioni di tutto rispetto. Il monitor è di ben 5 pollici, ha una risoluzione di 1920x1080 pixel ed è touch: è possibile gestire agevolmente tutti i parametri di registrazione, il focus peaking e tenere sotto controllo gli strumenti che ci permettono di monitorare l'immagine e l'audio.

blackmagic-pocket-cinema-camera-4k-xl-2.jpg

Possiamo registrare in 4K DCI (4096x2160) e UHD (3840x2160) fino a 60 fps o in FullHD a 60 o 120fps, in CinemaDNG RAW e ProRes 422. BMPCC 4K è dotata dello stesso OS che troviamo su Ursa Mini, con le medesime features tra cui l'utilizzo delle LUT 3D e l'inserimento dei metadati.

Si tratta dunque di una camera destinata ai professionisti che hanno bisogno di un corpo compatto ma che non rinunciano alla massima qualità di registrazione; sarà commercializzata nel corso di quest'anno ad un prezzo di 1145 euro, cifra in cui sarà compresa anche l'ultima versione di Davinci Resolve Studio (15).

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail