Luca Bracali: una vita in viaggio, in nome dell'avventura e della scoperta

Dalle sabbie dei deserti ai ghiacci dell’Antartide, dalle rocce più impervie, ai prati più verdi.

v.jpg

Quando, negli anni ‘70, Walter Bonatti ed altri grandi esploratori iniziarono a calpestare suoli fino ad allora inviolati ed a scrutare orizzonti lontani e selvaggi, realizzando forse i sogni di tutti coloro fossero cresciuti leggendo Jack London, Salgari, Chatwin o altri grandi scrittori di avventure, il mondo era molto diverso rispetto ai giorni nostri. Era forse diverso anche il modo in cui l’uomo si poneva di fronte ad esso, il modo in cui lo si poteva immaginare e conoscere: ignoto e selvaggio, capace di far riaffiorare la natura perduta e primordiale dell’essere umano. Nonostante oggi ogni angolo del nostro pianeta sia a portata di click e sembri non ci sia più molto da scoprire, esistono ancora persone che continuano a mostrarci scenari che dal vivo molti di noi non vedranno mai, facendosi talvolta tristi testimoni di un mondo che, sotto l’invadenza e l’indifferenza di chi lo popola, si sta trasformando.

Luca Bracali, regista e fotografo, nonché scrittore, giornalista ed appassionato di moto, è sicuramente uno di loro.

2_img_5653.jpg

 

Grandi viaggi


Classe ‘65, esordisce nella seconda metà degli anni ‘80 nel campo del motociclismo e dell'automobilismo, per poi dedicarsi ai reportage di viaggio a partire dagli anni '90, con un viaggio attraverso 11 paesi europei. Nei ventisette anni successivi visiterà 140 paesi, pubblicando tredici volumi ed attuando numerose spedizioni in Artide e Antartide, seguendo talvolta anche progetti scientifici che lo porteranno ad essere membro dell’APECS a partire dal 2008.

Nel 2009 è l’unico giornalista a raggiungere il Polo Nord geografico sugli sci, partendo dalla base di Barneo.

70_0p1f8496.jpg

 

Fine-art photography


Nel 2010 debutta come fotografo fine art tenendo numerose mostre personali in Italia ed all’estero, esponendo i suoi scatti nelle gallerie di Roma, Sofia, Kiev, Odessa, Copenaghen, Yangoon, New York e Bruxelles, presso la sede del Parlamento Europeo.

29064174_10215676842734648_7565471507784879443_o.jpg

27164766_10215160713671744_7635502267575640324_o.jpg

 

Televisione e riconoscimenti


Ha firmato 210 servizi come regista per Rai 1, è documentarista per Rai 2 e Rai 3 ed è stato ospite in 50 trasmissioni e TG delle reti Rai come esploratore e story-teller; quattordici dei suoi ultimi reportage sono stati pubblicati da National Geographic ed il Minor Planet Center di Cambridge ha intitolato a suo nome il 198.616esimo asteroide scoperto.

 

14138045_10210184259183492_1926924846786811619_o.jpg

 

Workshop fotografici


Molto noti sono anche i suoi workshop in giro per il mondo, che a partire dal 2018 vedranno la partecipazione e collaborazione di Clickblog.

Seguiremo Bracali in viaggi unici in location dal fortissimo impatto fotografico, che avranno come protagonisti i più bei monumenti naturali presenti negli Stati Uniti, in Madagascar, Uzbekistan, Kenya, Myanmar, Canada ed Islanda e tratteremo con lui numerose tecniche fotografiche: dallo star trail alla street photography, dalla fotografia faunistica a quella architettonica.

29186734_10215533613834015_165914917356961792_o.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 179 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO