Alla scoperta del Madagascar, con gli scatti di Luca Bracali!

dscf1205.jpg

Il Madagascar è uno stato Africano dell'Oceano Indiano, uno stato insulare per l'esattezza, che ricopre il quarto posto tra le maggiori isole al mondo (più grandi sono solo la Groenlandia, la Nuova Guinea ed il Borneo) ed è anche uno dei luoghi più cari a Luca Bracali.

ascf4031.jpg

Un posto come il Madagascar offre ai fotografi una grandissima quantità di soggetti, spunti e condizioni di scatto ma soprattutto offre all'uomo - prima che fotografo - la possibilità di immergersi in scenari che difficilmente potrà dimenticare. Sono infatti le sensazioni e le emozioni ciò che rimane di un viaggio, esse vanno a costituire un patrimonio interiore che nasce dal contatto con un mondo diverso, caratterizzato da paesaggi suggestivi ed esseri viventi che non si possono vedere in nessun altro luogo. E' proprio per questo che tale terra è stata scelta da Bracali come meta fissa per i suoi viaggi e per uno dei suoi workshop annuali.

ascf3628.jpg

 

Un luogo pieno di vita


ascf4199.jpg

La più importante delle peculiarità che contraddistinguono il Madagascar è proprio la biodiversità: nell'isola è presente il 5% delle specie animali e vegetali del mondo, tra cui figurano i maestosi baobab, lemuri, camaleonti ed una grandissima quantità di specie di rane.

mad_ascf4136.jpg

ascf4272.jpg

 

Le bellezze paesaggistiche


 

Per i visitatori è tappa obbligata il Parco Nazionale Tsingy di Bermaha, Patrimonio dell'Unesco con i suoi 853 chilometri quadrati di estensione, i suoi maestosi "tsingy" e le 430 diverse specie botaniche che vi risiedono.

dji_0321.jpg

"Tsingy" in lingua malgascia vuol dire "ago" e non pare esserci termine migliore per definire queste suggestive formazioni calcaree a guglia, che possono raggiungere altezze di centinaia di metri.

mad_dscf0598.jpg

Altro luogo famosissimo è la cosiddetta "allée des baobabs", un viale disegnato da una fila di baobab il cui tronco può raggiungere i 25-30 metri d'altezza e superare i 3m di diametro. Questi giganti compaiono in un'immagine carica di significato, da cui emerge tutta la piccolezza dell'uomo al cospetto delle maestose piante secolari che tuttavia non riescono, nonostante la loro imponenza, a coprire l'infinità del cielo.

dscf0037.jpg

In un altro scatto invece li vediamo al tramonto, in un controluce molto spinto.

dscf0420.jpg

Spostandoci sulla costa orientale dell'isola incontriamo Belo sur Mer, la preziosa baia dalle acque turchesi e color smeraldo, regno dei Vezo, una delle 18 etnie che vivono attualmente nel Madagascar.

dji_0438.jpg

 

La gente del posto


dscf2144.jpg

Un altro valore immenso del viaggiare sta nel conoscere nuove culture, interagire con esse e partecipare alla vita del posto.

dscf0877.jpg

Ecco che si presenta una serie di sfide fotografiche non indifferenti, prima fra tutte il riuscire a catturare il momento nella sua autenticità: è una dote che chi è esperto di street photography conosce bene. Molto importante è anche non dare nell'occhio ed evitare che i soggetti si sentano in soggezione sotto lo sguardo indiscreto della macchina fotografica.

dscf0589.jpg

 

Il Workshop del 2018


2_madagascar.jpg

Nel ringraziare Luca Bracali per la sua disponibilità a rilasciarci interviste sempre entusiasmanti ed a concederci i suoi scatti meravigliosi, è doveroso spendere qualche parola sul workshop che sta organizzando per il periodo che va dal 6 al 20 agosto 2018. Gli appassionati che parteciperanno potranno entrare nel vivo delle tecniche fotografiche richieste da una tale varietà di vedute: dal paesaggio generico alla foto notturna fino alla fotografia subacquea. Il workshop si articolerà in un percorso di due settimane che, partendo dalla capitale Antananarivo, toccherà tutte le località viste finora e ci catapulterà dall'intensità e la bellezza del Grand Tsingy al puro relax della spiaggia di Nosy Be.

gopr0596.jpg

dji_0557.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO