Precisione, design, funzionalità e storia: la realizzazione della Leica M10 Zagato

Abbiamo già parlato della Leica M10 Edition Zagato, presentata lo scorso giugno e prodotta in soli 250 esemplari, descrivendone i pregi estetici e funzionali. Leica ha pubblicato un bellissimo video che descrive l'essenza di questa collaborazione ed il lavoro che c'è stato dietro.

Nella Leica M10 Edition Zagato troviamo tutti gli elementi che hanno accompagnato la tradizione Zagato, dal concetto di leggerezza a quello di velocità, quest'ultimo rappresentato dalla rapidità con cui il paraluce può essere estratto dall'obiettivo. A ciò si uniscono il grip scanalato in alluminio e la ghiera di messa a fuoco "Double Bubble".

b_abarth-750-coup-zagato-1958-e-850-record-monza-1960_23.jpg

E' proprio la doppia bolla, apparsa per la prima volta nell'Abarth 750 per un'esigenza funzionale, ossia il permettere ai piloti di stare comodi nell'abitacolo nonostante indossassero ingombranti caschi, ad essere uno dei segni distintivi del kit con cui viene venduta la M10.

leica-m10-edition-zagato-ambient_2_rgb_teaser-500x333.jpg

Dalle parole di Andrea Zagato emerge cosa voglia dire realizzare da un prodotto industriale un oggetto da collezione: tutto il team di progettisti Leica si è rimesso al lavoro per soddisfare le esigenze dettate dall'estetica, senza però rinunciare alla funzionalità. In particolare è stata una sfida l'adattamento del Summilux-M 35mm ad un design cilindrico, cosa che risulta in netto contrasto con l'impostazione della linea Summilux.

L'essenza di Zagato è la necessità di ritrovare la bellezza pura nella funzionalità:

"La funzione guida il progetto, ma si ricerca la bellezza." Andrea Zagato

leica_zagato_totale_diagonal_front_1512-x-1008_ffff_teaser-1316x878.jpg
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail