Sony RX100VA: di cosa si tratta?

4_sony_dsc-rx100m5a_evf_flash.jpg

A poche settimane dall'arrivo della sesta generazione della RX100 è avvenuta la presentazione in America (ed anche in Australia) della RX100 VA.

La base è quella della Cybershot DSC-RX100 MkV a cui sono state fatte delle interessanti modifiche: il buffer è stato portato a 233 immagini, è stata ridotta la latenza del mirino elettronico e sono state introdotte nuove funzionalità come la registrazione simultanea di due file video.

Il processore è stato aggiornato, riprendendo il BIONZ X della M6, mentre l'ottica resta la stessa, il Carl Zeiss Vario-Sonnar T 24-70 (sulla RX100 VI troviamo un 24-200). Il miglioramento del processore consente di acquisire lo stesso menù della M6, "ristrutturato" rispetto a quello della quinta generazione e con nuove funzionalità. Non sono stati implementati invece alcuni miglioramenti del firmware, tra cui l'S-Log3 (mentre l'S-Log2 c'è).

2_sony_dsc-rx100m5a.jpg

Per la prima volta Sony avrebbe aggiornato un modello per mantenerlo in gamma insieme alla generazione successiva, forse per mantenere l'alternativa tra uno zoom ad elevato fattore di ingrandimento (come il 24-200 della M6) ed uno di prestazioni inferiori ma leggermente più luminoso.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail