X-T3: la nuova Fujifilm che piace ai videomaker

Se X-T2 era da considerarsi come un consistente upgrade della X-T1, X-T3 si spinge ancora più avanti: più di 2MP di risoluzione in più rispetto al modello precedente, un reparto video d'avanguardia e doppio slot di memoria.

Nelle scorse ore Fujifilm ha annunciato una nuova mirrorless APSC, la X-T3, un passo avanti nella gamma caratterizzato dal debutto del sensore retroilluminato X-Trans CMOS 4.

 

Il nuovo X-Trans CMOS 4 retroilluminato


Fujifilm X-T3 ha una risoluzione di 26,1 MP e monta il processore X-Processor 4 che accelera la velocità di elaborazione di quasi 3 volte, con una lettura del sensore 1,5 volte più rapida di quello della X-T2. Il nuovo X-Trans ha 425 punti AF, che garantiscono una copertura che raggiunge il 99% del sensore, con un'area di tracking AF che si attesta sul 91% in larghezza ed il 94,5% in altezza. Il tracking è stato inoltre potenziato con una completa revisione della modalità Face/Eye Detection, più veloce ed accurata di prima. Velocità di lettura e di elaborazione così elevate permettono di scattare 20 immagini al secondo con l'otturatore elettronico ed 11 con le tendine; c'è inoltre una modalità definita "Sports Finder" che permette di scattare a 10, 20 o 30 fps a 16MP con un fattore di crop di 1,25x con un blackout di 90 millisecondi sul mirino: quasi nullo.

 

Reparto video d'avanguardia


I miglioramenti più importanti sono comunque presenti nel comparto video, dove Fujifilm X-T3 offre caratteristiche di livello professionale: UHD o DCI 4K con un leggero fattore di ingrandimento (1,18x) ed un frame rate fino a 60fps, 10bit 4:2:0 e codec HEVC a 200mbps direttamente su scheda SD; scendendo a 30fps invece si può usufruire dell'intera lettura del sensore, mentre l'uscita HDMI fornisce un 4:2:2 con una profondità di 10bit. Per quanto riguarda il FullHD, troviamo anche una modalità croppata a 120fps riproducibili in 60, 50, 30, 25 o 24p. Tra i profili colore troviamo ovviamente il Fuji F-Log, che garantisce la possibilità ai professionisti di effettuare una color correction più accurata sulle riprese. L'unica cosa che manca è invece la stabilizzazione in-body, che finora è presente solo su X-H1.

 

Prezzi e disponibilità


Ancora non si conoscono i prezzi italiani: 1500 dollari in USA, che salgono a 1900 qualora si scelga di acquistare il kit con XF 18-55mm. Stando a questi dati, X-T3 molto probabilmente rimarrà nella stessa fascia di prezzo della X-T2.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail