Dreamerlandscape, dove sognano i paesaggisti

Dreamerlandscape

Essere un paesaggista, ovvero un fotografo di paesaggio, è tutt'altro che facile, in quanto ci si scontra con il fatto che si va a fotografare in luoghi dove sono già stati migliaia se non milioni di fotografi, sia amatori che professionisti. Realizzare quindi un'immagine che non sappia di già visto è estremamente difficile. Sono infatti pochi i paesaggisti che riescono a distinguersi, puntando sulla perseveranza di tornare più volte nello stesso posto, fino a trovare le condizioni climatiche necessarie per realizzare immagini da sogno.

Alcuni di questi paesaggisti italiani si sono raccolti nel gruppo Dreamerlandscape, unendo le forze per confrontare e scambiare esperienze, nonché per esporre i propri lavori sul loro sito, per organizzare mostre e workshop dedicati ovviamente alla fotografia di paesaggio. Ho fatto qualche domanda ad uno dei fondatori, Luca Giustozzi.

Dreamerlandscape
Dreamerlandscape
Dreamerlandscape

Come è nata l'idea di fondare il gruppo?

L'idea di fondare Dreamerlandscape è nata nell'aprile del 2008, da Luca Giustozzi, Fortunato Gatto e Matteo Zanvettor. All'epoca frequentavamo un forum di fotografia (photo4u.it) ed avevamo tutti e 3 la stessa passione per il paesaggio, interpretato alla maniera anglo-americana (Galen Rowell, Joe Cornish su tutti). Ci stimavamo a vicenda, sopratutto io e Zanvettor, ammiravamo le fotografie di Fortunato, già all'epoca, il migliore esempio di una certa fotografia di paesaggio. Con una serie di messaggi privati sempre su quel sito tra noi 3, decidemmo di creare un sito, dove racchiudere le nostre foto di paesaggio. Volevamo creare un sito di riferimento per il paesaggio in Italia, dove dare il giusto spazio a questo tipo di fotografia, tante volte sottovalutata dai più. Il portale del team si chiamava Dreamer Eye, ma quasi dopo un anno, decidemmo di variare il nome in DreamerLandscape, così come si chiamava il dominio, e creai il logo che oggi potete vedere sul nostro portale.

Quale è stata la più bella soddisfazione da quando è nato il gruppo?

Ce ne sono state parecchie di belle soddisfazioni. Abbiamo attraversato dei periodi non buoni, ma ne siamo usciti più forti e motivati di prima, anche grazie all'inserimento nel team di forze fresche e motivate, come Mauro Tronto. Cito Mauro, perché forse la più bella soddisfazione l'abbiamo avuta quest'estate a Porto Recanati, grazie all'impegno di Mauro Tronto e Almo Scopini, siamo riusciti ad uscire dal mondo “web” con una mostra “L'arte della Luce” che ha sfiorato le 5000 visite. Un successo di pubblico inaspettato, tant'è che tutte le autorità locali sono venute più volte a congratularsi con noi. Sono balzati in pochi giorni anche le visite al sito, e abbiamo avuto anche un discreto successo economico con le stampe. Impensabile fino a qualche mese prima. Questa esperienza inoltre è stata un successo per il collettivo del gruppo, che si è dimostrato unito ed ha lavorato sodo per la riuscita finale della mostra. Questa sicuramente è stata la più bella soddisfazione, veder 8 punti di vista differenti, lavorare per un unico obiettivo, uniti e determinati a dare il massimo, per la prima volta siamo stati davvero come un Team, al di là delle singole individualità.

Quali sono i progetti per l'immediato futuro?

Nell'immediato futuro, abbiamo in programma di continuare l'esperienza positiva delle nostre mostre. La mostra di P.Recanati ci ha dato sicuramente degli stimoli in più, e ci ha permesso di incontrare personalmente chi apprezza i nostri lavori. E poi, in un mondo sempre più digitale, pensiamo che non c'è nulla di meglio che godersi una bella foto su una stampa gigante. Siamo in procinto di iniziare la lavorazione per il nostro forum World of Light. Per il momento la pagina Facebook sta andando molto bene, ma vorremo creare qualcosa di più specifico e facilmente consultabile rispetto alla modalità di Facebook-Diario. In maniera tale da esser meno dispersivo e più facilmente consultabile.

Quali requisiti dovrebbe avere un fotografo per entrare a far parte del vostro gruppo?

I requisiti per entrare nel nostro gruppo? Tanta Passione, Determinazione. Tecnica e cuore, e non ultima, la capacità di lavorare in Team. Siamo tutte personalità abbastanza eclettiche, ma uniti tutti dal nostro “stile” molto purista. Non lavoriamo con doppie esposizioni o hdr, quindi incide anche il modo di scattare di un fotografo. Non ci sono particolari tipi di paesaggio che prediligiamo, ma sicuramente il paesaggio più wild in assoluto esercita su di noi un grandissimo fascino. Siamo sempre attenti, anche grazie al nostro spazio su Facebook, dove vengono postate molte foto, ai nuovi talenti. Quest'anno abbiamo inserito nel gruppo due giovanissimi molto promettenti, Andrea Pozzi e Edoardo Brotto. È molto importante dare il giusto spazio ai giovani e far sì che continuino a inseguire i propri sogni, come ognuno di noi ha fatto. D'altronde, l'ultimo requisito per essere per l'appunto un “Dreamers” è credere nei propri sogni, e non smettere mai di inseguirli.

Dreamerlandscape

Dreamerlandscape
Dreamerlandscape
Dreamerlandscape
Dreamerlandscape
Dreamerlandscape

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: