Capa, Taro, Chim e i negativi della valigia messicana in mostra a Parigi


Delle immagini scomparse della Guerra di Spagna, riposte in una valigetta smarrita nel 1940 proprio a Parigi e poi ritrovata in maniera quasi miracolosa in Messico, avevamo parlato già qualche anno fa, in occasione della loro messa on-line. Ritorniamo sull'argomento per parlarvi della mostra organizzata dall'International Center of Photography de New York presso il MAHJ (Musée d'Art et d'Histoire du judaisme) di Parigi, con un allestimento appositamente concepito da Patrick Bouchain, visitabile fino al 30 giugno 2013.
Restituito all’ICP nel 2007, il prezioso materiale custodito nel "bagaglio mitico" è già stato protagonista di un'esposizione newyorchese del 2010 e dei "Rencontres internationales d’Arles" dell'anno dopo, per poi riprendere la rotta della Spagna d'origine (Barcellona, Bilbao e Madrid) e risalire ormai fino in Francia, dove ritorna a farsi ammirare.
Portavoce di una storia di speranza, di libertà e di sangue, l'insieme di negativi racconta anche la vicenda umana di tre fotografi ebrei, esiliati e impegnati. Incontratisi nella capitale francese nel 1934 e poi partiti sul campo, Capa, Taro, Chim erano devoti alla causa repubblicana e pronti ad affrontare con il coraggio dei grandi fotoreporter uno dei più grandi accadimenti del secolo scorso, descritto da vicino, da Capa e Taro, e nell'umanità delle retrovie occupate dal popolo spagnolo, immortalate nell'obiettivo di Chim.

Dopo più di settant'anni di rocambolesche peregrinazioni e diverse peripezie la "valigia" composta in realtà da tre scatole di rotoli di pellicola classificati con cura, rivelava il suo straordinario contenuto: circa 4,500 negativi di immagini ella guerra civile spagnola, scattate tra il 1936 e il 1939 da Robert Capa, ma anche dalla sua compagna Gerda Taro, tragicamente scomparsa nel 1937 durante la battaglia di Brunete; e da David Seymour, detto Chim. Una manna di documenti in ottimo stato di conservazione e, per larga parte, totalmente inediti, che presentano un panorama dettagliato del conflitto che ha cambiato il corso della storia europea. Vi si trovano anche immagini del fotografo ed amico Fred Stein rappresentanti la Taro – scatti che, dopo la morte della giovane donna, sono stati, legati intimamente a quelli della guerra stessa.

Via | valisemexicaine.mahj.org

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 21 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO