National Geographic, 125 anni. La Grande Avventura a Roma

National Geographic, 125 anni. La Grande Avventura, Un ponte sul Mondo e tante fotografie in mostra al Palazzo delle Esposizioni di Roma, sino al 2 marzo 2014.

Lo spirito errante e avventuroso che anima le esplorazioni del National Geographic da ben 125 anni, continua il viaggio itinerante dei suoi reperti iconografici, raccolti spingendosi nei luoghi più remoti del pianeta, dagli abissi dell'oceano alle profondità del cosmo.

La Grande Avventura, iniziata il 13 gennaio del 1888 per non fermarsi mai davanti a niente, in giro per ogni angolo di mondo negli ultimi 125 anni, ricordati e festeggiati con la mostra fotografica ospitata dal Palazzo delle Esposizioni di Roma, con Un ponte sul Mondo, a cura di Guglielmo Pepe.

National Geographic, 125 anni. La Grande Avventura a Roma

"Poter gettare ponti che scavalchino millenni, continenti, civiltà, raggiungere esseri umani che lingue, scritture, leggi, costumi, fedi diverse parrebbero dividere inesorabilmente da noi, e scoprire invece che ci sono similissimi - quasi dei fratelli - ecco un insigne piacere". Prendo a prestito le parole di Fosco Maraini, scrittore, fotografo, viaggiatore-pellegrino, etnologo, perché si avvicinano molto più di altre alla mia idea di National Geographic. Perché se è vero che la Society ha offerto a milioni e milioni di persone l'occasione di scoprire il Mondo nella sua immensità, credo che il più significativo contributo riguardi la possibilità di conoscere direttamente tutti i viventi della Terra. E in primo luogo le genti.”

Paul Nicklen Canada | 2011 Addentratosi nella verdeggiante foresta pluviale della regione costiera della Columbia Britannica, Paul Nicklen ha scattato questa bella e rara immagine di un orso kermode, detto anche orso spirito, quasi completamente bianco.
Paul Nicklen Canada, 2011, National Geographic, 125 anni. La Grande Avventura

Joanna Pinneo Mali | 1997 Coperta da un velo di sabbia proveniente dal letto asciutto di un lago, una famiglia fa un sonnellino in pieno pomeriggio.
Joanna Pinneo Mali,  1997, National Geographic, 125 anni. La Grande Avventura

Emory Kristof Atlantico del Nord | 1991 La prua del R.M.S. Titanic si staglia nel buio degli abissi illuminata dal sommergibile russo Mir I e fotografata da Emory Kristof.
Emory Kristof Atlantico del Nord, 1991, National Geographic, 125 anni. La Grande Avventura

Robert E. Peary Canada | 1909 Probabilmente Robert E. Peary e il suo assistente non raggiunsero il Polo Nord nel 1909, ma di certo si avvicinarono come nessun altro prima.

Un viaggio che continua le esplorazioni dei confini più estremi, dal Polo Nord con Robert E. Peary, alla foresta pluviale della Columbia Britannica con il suo bell'orso bianco, dagli abissi che custodiscono il relitto sommerso del Titanic insieme ai sui segreti e misteri, alle vette dell'Everest e del Machu Picchu, passando per la Tanzania che fatto incontrare Jane Goodall e l'umanità con il piccolo Flint, fotografati da Hugo Van Lawick, ai campi profughi dove Steve McCurry incontrò e fotografò la sua Afghan Girl.

National Geographic, 125 anni. La Grande Avventura a Roma

National Geographic, 125 anni. La Grande Avventura a Roma

La mostra resta al Palazzo delle esposizioni di Roma (seguite il link per orari, rezzi e riduzioni), prorogata sino al 13 luglio, ma ricordate che le 162 pagine del catalogo, sono disponibili in allegato al magazine di ottobre a € 14.40, nel bookshop del Palaexpo, al prezzo di € 9,90.

Esplorazioni animate dallo stesso istinto quasi primordiale, dall'impulso irrefrenabile, che continua a spingere il genere umano oltre l'ignoto, e gli uomini e le donne del National Geographic verso nuovi viaggi, esplorazioni e scoperte, capaci di far crescere interesse per il pianeta, insieme alla voglia di averne cura.

Gallery 1 | © Palazzo delle Esposizioni di Roma
Gallery 2 | © Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: