Next Stop Atlantic di Stephen Mallon: l’ultimo viaggio dei vagoni della metropolitana

Scritto da: -

Next Stop Atlantic

Intrigante come ogni reportage che mostra la fine di qualcosa e l’inizio di qualcos’altro, suggestivo come un viaggio di Verne, Next Stop Atlantic di Stephen Mallon mostra l’ultimo viaggio dei vagoni della metropolitana, dall’Atlantic Station all’Oceano Atlantico, da contenitori per viaggiatori a condomini per i pesci e le esplorazioni subacquee.

Piccola parte del più grande “American Reclamation”, con lo sguardo e l’obiettivo puntato sui processi di riciclaggio negli Stati Uniti, Next Stop Atlantic fotografa i vagoni in disuso della MTA destinati alla costruzione della barriera artificiale al largo della costa orientale degli Stati Uniti, per la quale la New York City Transit Authority ha già affondato circa 1.800 vagoni.

Stephen Mallon, da anni a caccia di paesaggi artificiali e industriali da fotografare, dagli aeroporti ai siti di costruzione, dall’Africa al New Jersey, a bordo delle chiatte della compagnia marittima incaricata delle operazioni di affondamento, ha documentato il momento che sancisce la trasformazione di queste carcasse di metallo ancora identificabili da loghi MTA, bandiere americane e numeri di flotta, in elementi artificiali di supporto alla natura.

Next Stop Atlantic
Next Stop Atlantic Next Stop Atlantic Next Stop Atlantic Next Stop Atlantic Next Stop Atlantic

Fotografie industriali o arte che vogliate considerarle, questa immagini colgono un momento di transizione tra il mondo di sopra e quello di sotto, tra i prima e il dopo, mentre guardano affondare questi colossi di metallo corazzati per una nuova missione, e l’acqua e gli elementi li sommergono per sempre.

Immagini che dalla The Front Room di Brooklyn si sposteranno alla Fountain Artfair di Miami, e probabilmente vi faranno guardare con occhi nuovi le carrozze affollate della metro che prendete tutti i giorni per attraversare la vostra città.

Vota l'articolo:
3.73 su 5.00 basato su 15 voti.  
 
  • nickname Commento numero 1 su Next Stop Atlantic di Stephen Mallon: l’ultimo viaggio dei vagoni della metropolitana

    Posted by: diochino85

    ma è follia usare qualcosa di non riciclabile per fare una barriera? madonna quanto acciaio sprecato! Scritto il Date —