Fotografia e ritratto. A vent’anni dalla mostra L’Io e il suo doppio