5 libri di fotografia da regalare a Natale per trasmettere emozioni

Emozioni da regalare a Natale con la nuova monografia di Henri Cartier-Bresson, e tante nuove pubblicazioni dedicate ai più grandi sguardi e fotografi del nostro secolo.

a:2:{s:5:"pages";a:5:{i:1;s:0:"";i:2;s:33:"A occhi aperti di Mario Calabresi";i:3;s:45:"Ti mangio con gli occhi di Ferdinando Scianna";i:4;s:41:"Abitare la Metropoli di Gabriele Basilico";i:5;s:25:"Skyline di Franco Fontana";}s:7:"content";a:5:{i:1;s:2278:"Henri Cartier-Bresson - dettaglio cover

Forse la cosa più bella da regalere a chiunque sono le emozioni, ma se siete a caccia di qualcosa da impacchettare sotto l'albero di Natale, consiglio tutte quelle che scatena la fotografia, da guardare, contemplare, toccare e annusare in libri di ogni genere.

Piccoli feticci di universi incontenibili, orizzonti diversi, prospettive altre, istanti decisivi, a partire da quelli di un maestro del calibro di Henri Cartier-Bresson, protagonista della retrospettiva del Centre Pompidou e la monografia esclusiva Henri Cartier-Bresson, a cura di Cle?ment Che?roux, storico della fotografia e conservatore capo del Dipartimento Fotografico del Museo nazionale d'arte moderna al Centre Pompidou di Parigi.

15 foto in bianco e nero ?per le 397 pagine di un volume prezioso, edito da Contrasto DUE lo scorso 3 dicembre, che propone una nuova lettura dell'immenso corpus d'immagini che ci ha lasciato in eredita il grande fotografo francese, a quasi dieci anni dalla scomparsa, avvenuta il 3 Agosto 2004

Un lungo viaggio tematico che si spinge dall’attrazione surrealista all’attivismo politico, dai film di guerra al foto giornalismo, fino all’approdo alla sociologia visuale e al riconoscimento internazionale del suo genio. Tutto a 49,90 Euro.

La macchina fotografica e? per me un blocco di schizzi, lo strumento dell’intuito e della spontaneita?, il de- tentore dell’attimo che, in termini visivi, interroga e decide nello stesso tempo.
Henri Cartier-Bresson

Nelle prossime pagine da sfogliare con un click (in basso a destra):

A occhi aperti di Mario Calabresi
Ti mangio con gli occhi di Ferdinando Scianna
Abitare la Metropoli di Gabriele Basilico
Skyline di Franco Fontana

";i:2;s:2589:"

A occhi aperti di Mario Calabresi

Steve McCurry/Magnum Photos

Il viaggio nel mondo e nella storia attraverso le immagini, le parole e le emozioni, fotografate, raccontate e scatenate da grandi testimoni, continua con Paul Fusco che racconta i funerali di Bob Kennedy, Josef Koudelka che descrive i primi istanti dell’ingresso dei carri armati a Praga, i viaggi di Steve McCurry autore dello scatto che apre questa pagina, insieme a Don McCullin, Elliott Erwitt, Alex Webb, Gabriele Basilico, Abbas, Paolo Pellegrin e Sebastião Salgado.

"Ci sono fatti, pezzi di storia, che esistono solo perché c’è una fotografia che li racconta. Un’immagine talmente forte da riuscire a muovere sensibilità e coscienze pubbliche. Penso al giovane Sebastião Salgado che nel 1984 si presenta alla redazione del quotidiano francese Liberation con i suoi scatti in bianco e nero che denunciano gli effetti della carestia in Sahel, un racconto sconvolgente nella sua forza, che obbliga l’Occidente a fermarsi e impone di non voltare la testa dall’altra parte. Salgado apre gli occhi al mondo e tornerà a farlo due anni dopo, rivelando l’immenso formicaio umano di una miniera d’oro a cielo aperto brasiliana, dove la vita e la fatica umana non hanno alcun valore.Queste foto, che hanno plasmato il nostro immaginario collettivo, mi hanno spinto ad andare a cercare i loro autori, per farmi raccontare il momento in cui hanno incontrato la Storia e hanno saputo riconoscerla."
Mario Calabresi

Un libro sul giornalismo, con immagini e parole, raccolte in cinque anni dallo scrittore, giornalista e direttore del quotidiano La Stampa, protagoniste delle 122 fotografie a colori e in b/n che arricchiscono le 208 pagine di A occhi aperti di Mario Calabresi, da sbirciare anche nel booktrailer a seguire. In libreria a 19.90 Euro.

";i:3;s:1931:"

Ti mangio con gli occhi di Ferdinando Scianna

Chi mi conosce sa che mangiare, cucinare, la curiosità per i cibi – arricchita, oltre che dai ricordi, dai molti viaggi – sono davvero pratiche e riflessioni centrali nella mia vita.
Ferdinando Scianna

Il sapore del latte appena munto, il profumo del finocchietto selvatico, le foglie di limone, i panieri calati dalle donne della Sicilia dell’infanzia, gli strilli dei venditori di pane e panelle, le granite di Acireale, i pesci dal volto umano, l’anatra gustata a Parigi, il cioccolato a Oaxaca, le polpette della madre di Scorsese, lo spuntino di Ferran Adrià ...

Un viaggio nel territorio della memoria e dei sensi, con 97 immagini a colori e in b/n, e prosa “saporita” e densa di Ferdinando Scianna, per le 240 pagine di un progetto editoriale nuovo, unico, e alquanto fuori dagli schemi, che ruoto intorno al cibo, la fotografia e tutto quello che finisce nel mezzo, con un titolo che è tutto un programma … Ti mangio con gli occhi In libreria a 22 Euro.

";i:4;s:1447:"

Abitare la Metropoli di Gabriele Basilico

“Sono nato in questa città nell’agosto del 1944. La guerra non era ancora finita e Milano, proprio in quel mese, fu di nuovo colpita dalle bombe”
Gabriele Basilico

Inizia così Abitare la metropoli, il testo scritto da Gabriele Basilico nel 2010, andato in scena in due serate al teatro No’hma-Teresa Pomodoro di Milano.

Oggi, il senso di Gabriele Basilico per il paesaggio urbano, l'obiettivo puntato sulla sua città meneghina, e il testo scritto nel 2010, diventano un viaggio di riflessione accompagnato da una scelta di immagini di e su Gabriele Basilico, una postfazione di Giovanna Calvenzi e una biografia ragionata. 38 foto a colori e in bianco e nero per le 96 pagine di Abitare la metropoli, In libreria a 18 Euro.

";i:5;s:1831:"

Skyline di Franco Fontana

Ma radiose e sommerse nel colore queste nuove immagini hanno aperto nuovi orizzonti alla fotografia e hanno dato nuova direzione al suo linguaggio pittorico.
Helmut Gernheim, 1978

Meglio di una seduta di cromoterapia per la cura di tutti i mali, Skyline di Franco Fontana torna in libreria, a trentacinque anni di distanza dalla prima pubblicazione della casa editrice Punto e Virgola, fondata da Luigi Ghirri a Modena.

96 pagine e 80 foto a colori, per una nuova versione del volume, diventato il punto di riferimento di esperti e appassionati della prospettiva cromatica toccata dalla visione dirompente di Franco Fontana, arricchita da una prefazione di Claude Nori e un testo di Francesco Zanot. In libreria a 29.75 Euro.

La cosa più difficile per un fotografo è capire cosa può mostrare, fare comprendere, e successivamente come realizzare ciò che si porta dentro. La materia prima è comune a tutti, a portata di tutti: non esiste una chiave per riuscire a fare le fotografie. Per questo la fotografia è la disciplina artistica più difficile, proprio perché è la più facile: con lo stesso alfabeto, tutti possiamo scrivere cose diverse.
Franco Fontana

Foto | Contrasto";}}

  • shares
  • Mail