Le foto dell'Etna in eruzione negli scatti di Dario Lo Scavo

Le foto dell'ultima spettacolare eruzione dell'Etna e una raccolta delle immagini dei parossismi del 2013 negli scatti del bravissimo Dario Lo Scavo

(c) Dario Lo Scavo

Le eruzioni dell’Etna sono uno spettacolo a cui i siciliani si abituano presto, si cresce con i colori, i rumori e le eruzioni della nostra “montagna” si da piccolissimi. In questo lungo 2013 le eruzioni sono state parecchie, circa 20 parossismi in 12 mesi, uno spettacolo incredibile che si può ammirare da moltissime zone della Sicilia, soprattutto nella provincia di Catania, Messina ed Enna. Molti ragazzi, appassionati di fotografia e di montagna, finiscono per innamorarsi perdutamente dell’Etna, durante le eruzioni ma anche quando non lo è, in estate e in inverno, in primavera e in autunno, di giorno e di notte. Uno di questi fotografi è Dario Lo Scavo, un ragazzo simpaticissimo e gentile che ho conosciuto qualche mese fa e che regala ai lettori di Clickblog la sua visione dell’Etna.

Nelle ultime 48 ore l’Etna ha dato spettacolo, si è fatta sentire di giorno e anche di notte, con boati e tremori a cui è difficile non prestare attenzione, soprattutto di notte quando i vetri delle case tremano e non c’è speranza di potersi addormentare. Negli ultimi due giorni l’Etna è stata ed è in eruzione, dopo mesi di parossismi abbastanza rapidi (3 – 4 ore circa), adesso pare si stia preparando un’eruzione più importante, simile a quella del 2001.

(c) Dario Lo Scavo

Uno spettacolo incredibile che un po’ incute timore ma che affascina e ci fa capire quanto la natura sia forte, imponente e inarrestabile. In Sicilia le eruzioni sono boati, cenere che “piove” giù dal cielo ma, soprattutto, sono fotografie, perché riprendere questi spettacoli è nel dna di tutti noi, ed in particolare dei fotografi naturalistici come Dario Lo Scavo che riesce davvero ad emozionare con questi scatti. Nella fotogallery potete ammirare due fotografie delle eruzioni di ieri e di stanotte e poi una carrellata degli ultimi parossismi del 2013.

Fotografare l’Etna in eruzione richiede impegno, amore, passione e dedizione, bisogna essere bravi a riprendere le eruzioni nel modo giusto, con le ottiche giuste ma soprattutto essere degli esperti del posto, trovare dei punti strategici, ed essere sempre pronti… lasciare tutto quello che si sta facendo quando i tremori (controllati anche tramite smartphone) diventano forti e “qualcosa bolle in pentola”.

Godetevi queste bellissime fotografie e se volete continuare a seguire l’Etna e le eruzioni, seguite Dario su Facebook.

Foto | di Dario Lo Scavo (usate con il permesso dell'autore)

  • shares
  • Mail