"If only for a second" fotografare la spensieratezza perduta

"If only for a second" dalla Leo Burnett and Mimi Foundation in collaborazione con il fotografo Vincent Dixon, per restituire spensieratezza ai malati di cancro


Certe volte la fotografia e i gesti di una singola persona possono davvero fare molto per aiutare gli altri. Il progetto "If only for a second" è una di quelle cose che non mi stancherei mai di guardare e di raccontare, è stato organizzato dalla Leo Burnett and Mimi Foundation in collaborazione con il fotografo Vincent Dixon, il video che è già diventato virale ed è la testimonianza di un lavoro davvero speciale: restituire la spensieratezza ai malati di cancro.

Da una chiacchierata con Katy, malata da 2 anni, che un giorno ha detto a Leo Burnett: "Sapete cosa mi manca di più? Essere spensierata" è nata l’idea di restituire la spensieratezza a chi l’ha persa a causa di un tumore, una malattia dura e crudele che prende le vite che investe e le trasforma diventando (quasi) il centro di tutto.

Leo Burnett and Mimi Foundation hanno chiesto a 20 malati di tumore di partecipare al progetto "If only for a second" ma a scatola chiusa, loro si sono fidati e si sono messi nelle mani di parrucchieri, make up artisti, esperti di parrucche e fotografi. Sono stati letteralmente trasformati ma durante tutta la trasformazione hanno dovuto tenere gli occhi chiusi, poi quando tutto era completo sono stati messi di fronte ad uno specchio unidirezionale e da dietro sono state fatte le fotografie e i video.

Sono stati ritratti le frazioni di secondo in cui i malati si vedevano trasformati, parrucche hippy o alla Maria Antonietta, dread lock, look anni '80, mise davvero improponibili, simpatiche ed esagerate che “solo per un secondo” hanno permesso a queste persone di dimenticare la malattia!

Il progetto è diventato virale grazie al video ma è stato creato anche un bellissimo libro con i ritratti di Vincent Dixon, se volete potete trovare le informazioni per acquistarlo qui. Al di la dell’aver dovuto fare i conti con un tumore, vedere la spensieratezza e lo stupore negli occhi delle persone è un balsamo per ogni anima.

Fonte | huffingtonpost

  • shares
  • Mail