Ecal Photography: nuovi talenti elvetici da Carla Sozzani a Milano

Dai banchi di scuola in Galleria, i lavori degli allievi dell'ECAL.

Ancora una decina di giorni per tuffarsi nell'universo dell'ECAL Photography da Carla Sozzani a Milano. La mostra in questione, che resterà aperta fino al 9 febbraio prossimo, porterà nei locali milanesi il fervore dell'ECAL / Ecole cantonale d'art de Lausanne, omonima scuola d'arte e di design di Losanna, perla conosciuta in tutto il mondo come fucina di talenti che testimonia gli inizi di tecniche innovative nel campo della fotografia. Più che un'istituzione formativa, una vera e propria fabbrica dell’immagine, che presenta in esposizione una selezione di lavori dei suoi giovani allievi, invitati a creare in libertà, mettendo ampiamente in discussione i generi tradizionali, esplorando nuovi territori e sperimentando nuovi mezzi di comunicazione ibrida e decalé.

ECAL-Photography_Priscillia-Saada

Una serie di suggestioni che bucano la fotografia con contrasti cromatici e sperimentazioni nate dalla commistione con altre arti, come lo scatto di Priscillia Saada che è stato scelto come visual, o i tanti elaborati riuniti nelle 296 pagine per 385 immagini del catalogo edito da ECAL (sotto la supervisione dei tre curatori Alexis Georgacopoulos, Direttore dell’ECAL, Nathalie Herschdorfer, curatore indipendente e storica dell’arte, e Milo Keller, responsabile del corso di fotografia), con la artistica di Julien Gallico & Olga Prader e nterviste di Nathalie Herschdorfer ai fotografi e artisti seguenti: Adam Broomberg, Brice Dellsperger, Jason Evans, Thomas Mailaender, Paolo Roversi, Maurice Scheltens & Liesbeth Abbenes, Taiyo Onorato & Nico Krebs et Joachim Schmid. Pubblicato da Hatje Cantz, 2013

Ecal Photography
a cura di Alexis Georgacopoulos, Nathalie Herschdorfer, Milo Keller
Galleria Carla Sozzani
Corso Como 10 – 20154 Milano, Italia
Aperta tutti i giorni 10.30 – 19.30
mercoledì e giovedì, 10.30 – 21.00

Via | galleriacarlasozzani.org

  • shares
  • Mail