Obiettivo Donna 2011: sguardi fotografici al femminile alle Officine Fotografiche di Roma

Obiettivo Donna 2011

Da donna che crede e difende l’individualità e il valore delle differenze, a dispetto dei pregiudizi ciechi e sordi alla ragione, dei giochi di ruolo, dell’omologazione di massa, dei simboli che non hanno alcuna ricaduta sul reale, e di quel ‘mondo degli uomini’ allevati e sostenuti da donne, credo sia abbastanza naturale il mio interesse per gli sguardi interessati ad esplorare questo genere di realtà e tematiche.

Sguardi che ritraggono il grado di tolleranza e assuefazione 'agli orrori e alla discriminazione’ sviluppato dalla nostra società, come Bibi Aisha di Jodi Bieber, e inquadrano i tanti modi nei quali le differenze si palesano e manifestano, come faranno, ognuno in modo diverso, gli sguardi fotografici al femminile protagonisti della VIª edizione di Obiettivo Donna, ospitata alle Officine Fotografiche di Roma, dal 25 febbraio al 26 marzo 2011.

La rassegna dedicata al “ruolo delle donne tra fotografia ed editoria” offrirà una vasta gamma di immagini, stimoli e momenti di riflessione, attraverso incontri a tema, presentazioni editoriali, workshops e mostre dedicate alla bellezza, alla fragilità e alla prospettiva.

Obiettivo Donna 2011
Obiettivo Donna 2011 Obiettivo Donna 2011 Obiettivo Donna 2011 Obiettivo Donna 2011

Gli albini, fragili ed eterei, quasi argentei e soprannaturali con la loro singolare pigmentazione che li espone in tutto il mondo alla stessa sorte di chi è “diverso” e discriminato, sono i protagonisti di Albino Beauty a cura di Emilio D’Itri, e dei ritratti di ogni età, geografia e condizione sociale, con i quali Paola De Grenet celebra la bellezza anticonvenzionale, e guarda ai pregiudizi rivolti al diverso da se.

Obiettivo Donna 2011 Obiettivo Donna 2011 Obiettivo Donna 2011 Obiettivo Donna 2011

Dalle bellezze singolari a quella fragilità che accomuna la condizione umana, l’obiettivo di Penny Klepuzsewska indugia sui ‘tramonti dell’esistenza’, che corpi fragili, malattie croniche e solitudini consolidate chiudono in case rifugio e universi isolati dal resto dal mondo, svelati da corpi caduci, angolini disadorni e profili enigmatici, che emergono dall’oscurità e dalla mostra Living Arrangements a cura di 3/3.

Obiettivo Donna 2011 Obiettivo Donna 2011 Obiettivo Donna 2011 Obiettivo Donna 2011

Dopo l’incantevole mondo di P’anna ed il gioco di doppi di Io Anna, le esplorazioni di Anna Di Prospero e i singolari rapporti di prospettiva che intraprende con il paesaggio e lo spazio, giungono al cospetto degli agglomerati urbani, protagonisti insieme a lei degli Urban Self-portraits a cura di Annarita Curcio.

Il vernissage di venerdì 25 febbraio alle 18.30, aprirà la rassegna ideata e prodotta da Officine Fotografiche in collaborazione con 3/3, e promossa dalla Provincia di Roma, patrocinata dalla Regione Lazio, dall’Assessorato alle Politiche Culturali delle Pari Opportunità del Municipio XI del Comune di Roma.

Tra gli ospiti l'olandese Anouk Kruithof che terrà un workshop ispirato al newspaper The Daily Exhaustion, e presiederà l'incontro con le fondatrici della casa editrice Alauda Publications.

Spunti, riflessioni e nuove tendenze sulla fotografia e l'editoria in Italia saranno trattate da alcune rappresentanti delle associazioni Donne di Carta, Obiettivo Granieri, 3/3, Camera 21, e in veste di moderatrice anche Alessandra Mauro.

Sarà a cura di Punto Svista l'incontro Immagini Contemporanee – Dialoghi sulla fotografia tra Alessia Cervini e Francesca De Rubeis, moderato da Valentina Trisolino.

A chiudere la rassegna con un pizzico di ironia (amara) sarà Desperate Housewives, il progetto collettivo a cura di Camera 21, al quale Giovanna Calvenzi ha contribuito con un inedito lavoro sulle casalinghe milanesi negli anni '70, ma come al solito si spera che questo sia solo l’inizio di un lungo viaggio.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: