Prix Pictet 2011: aspettando il vincitore e il libro

Prix_Pictet_Growth_Teneues_cover_amos_coal_power_plant_raymond_city_west_virginia_2004_mitch_epstein

Fotografie e sostenibilità, sguardi puntati sul pianeta e sulle sfide ambientali, sono ancora una volta i protagonisti del prestigioso Prix Pictet, il cui vincitore sarà annunciato da Kofi Annan nella cerimonia di premiazione del 17 marzo 2011, ad apertura dell’esposizione delle opere ospitata dalla Retz gallery di Parigi, dal 17 Marzo al 16 Aprile

In attesa del responso della giuria, e del fotografo vincitore, che riceverà 100.000 franchi svizzeri insieme ad un viaggio di lavoro in Kenya, potete approfittare della shortlist di questa terza edizione dedicato alla crescita, raccolta in un libro edito da Teneues, che raccoglie oltre 450 proposte sulla tematica ‘paradossale’.

Tra orizzonti inquinati ed edificati, fiumi di rifiuti e inferni di rame, viscere di plastica ed esterni affollati, anche Oil di Edward Burtynsky, And/or Book Award 2010, Architecture of Density di Michael Wolf (scelto come copertina del libro, nell'immagine sulla sinistra), Kibera, The Shadow City di Christian Als, o Amos Coal Power Plant, Raymond City, della serie American Power di Mitch Epstein (nell'immagine alla destra della copertina del libro), ma lascio a voi la scelta del vostro preferito.

  • shares
  • Mail