Fotografie di amicizie insolite: cani e gatti amici di volpi, cerbiatti, scimmie, elefanti e leoni

Con la fotografia che inquadra amicizie insolite del regno animale, da Tinni il cane e Sniffer la volpe nell'obiettivo di Torgeir Berge, al cerbiatto Pippin e l'alano Kate fotografati da Isobel Springett, protagonisti di storie e libri, insieme a molti altri.

L'amicizia è un legame misterioso e affascinante che non conosce confini, tanto meno distanze, curandosi poco delle differenze, e se questo è vero per l'essere umano nei confronti di tutte le altre razze, la stessa cosa vale per il resto del regno animale.

Dai boschi della Norvegia ai sentieri social di Facebook, il fotografo Torgeir Berge condivide l'incontro e la profonda sintonia, chiamiamola anche amicizia, del suo grosso cane Tinni con la piccola volpe selvatica Sniffer.

Una coppia improbabile e affiatata che gioca nei boschi, e ha profondamente colpito il fotografo, al punto da rendere qualche scatto un progetto più ardito, un compendio per un libro realizzato insieme allo scrittore Berit Helberg sulle avventure della coppia, nel tentativo di fermare la strage di volpi cacciate per la loro meravigliosa pelliccia.

Una storia incantevole per un bel progetto, analogo a quello realizzato da Isobel Springett, fotografando e raccontando la storia trasformata sin un libro, del piccolo cerbiatto Pippin abbandonato dalla madre e adottato da Kate, il grosso cane alano della fotografa.

Fotografie che attestano dall'incontro di universi differenti, e a quanto pare non sono affatto rari, dal gatto domestico abbracciato alla scimmietta nell'Ecuador fotografato da Mads Nissen, al gatto e la volpe, affiatati come nelle favole, protagonisti degli scatti condivisi da alcuni pescatori.

Amicizie che non temono le dimensioni, almeno a giudicare da quella nata tra l'elefante africano Bolle lasciato orfano dai bracconieri d'avorio, e il labrador nero Bella che lo usa come trampolino per tuffarsi quando fanno il bagno insieme, nel Myrtle Beach Safari del South Carolina, fotografati da Barry Bland insieme a molte altre coppie insolite che potete sbirciare online.

La stessa cosa a quanto pare vale anche per il piccolo cane bassotto Milo, che ha preso subito sotto la sua ala (si fa per dire) BoneDigger, il cucciolo di leone affetto da una malattia metabolica delle ossa che lo ha in parte paralizzato, e dopo cinque anni nel GW Exotic Animal Park di Wynnewood in Oklahoma, sono ancora inseparabili, nonostante le loro differenze di peso e razza siano alquanto evidenti, e a quanto pare il cane provi ad imitare il ruggito del leone.

Via | Facebook - YouTube

  • shares
  • Mail