Getty Images e France-Press si appellano contro la maxicondanna a David Morel

1,2 milioni di dollari sono troppi anche per Getty Images e France-Press, gli avvocati hanno presentato una mozione alla District Court di New York

morel_newspaper
Continua la saga della battaglia legale tra Getty Images e France-Press contro il fotografo haitiano David Morel, quest’ultimo dopo parecchi anni di pratiche e udienze si è vistoriconosciuti i suoi diritti e le agenzie fotografiche sono state giudicate colpevoli per aver utilizzato e venduto le sue fotografie senza permesso. Morel ha vinto e il tribunale gli ha riconosciuto un risarcimento pari a 1,2 milioni di dollari. Una cifra record che ha fatto storcere il naso ai due colossi delle fotografie editoriali.

Morel è un fotografo di Haiti che ha pubblicato sul suo profilo Twitter le fotografie del terremoto che sconvolse il mondo nel 2010, intere famiglie vennero spazzate via dalla furia della natura e il mondo, per qualche secondo, sembrava essersi fermato. Getty Images e France-Press hanno usato le sue fotografie, se ne sono appropriati e le hanno vendute ai giornali, alle testate giornalistiche sia per il web che per la carta stampata. Il tribunale li ha giudicati colpevoli e ha ordinato un risarcimento davvero incredibile, una cifra record che segna un punto importante sul furto delle immagini sul web.

Gli avvocati delle due agenzie - e i rispettivi clienti - però non hanno gradito la sentenza e hanno presentato una mozione alla District Court di New York con l’intenzione di aprire un nuovo processo, e abbassare il risarcimento che, ad oggi, è al massimo della pena. Le due agenzie ammettono di aver agito in modo superficiale ma di non aver danneggiato intenzionalmente il fotografo.

La questione è aperta ed è forse il primo vero caso del genere destinato a diventare un punto di riferimento per tutte le situazioni simili. Voi che ne pensate? E’ giusto riaprire la faccenda o le agenzie devono limitarsi a pagare?

  • shares
  • Mail