Imaginary Inventions di Jan Von Holleben, le invenzioni immaginarie per salvare il mondo

Jan Von Holleben ha deciso di salvare il mondo con le sue macchine immaginarie, ecco il simpatico e geniale progetto Imaginary Inventions

Imaginary Inventions

Salvare il mondo dovrebbe essere uno degli obiettivi che tutti gli uomini dovrebbero portare avanti, ognuno nel proprio piccolo ovviamente, ma credo che tutti possiamo e dobbiamo fare qualcosa. Il fotografo tedesco Jan von Holleben si è posto questa domanda ed ha inventato dei macchinari immaginari per salvare il mondo… dispensatori di buon umore, allegria e sensazioni positive.

Jan von Holleben è un fotografo tedesco che lavora in Inghilterra, è ancora un ragazzo ma i suoi lavori sono pubblicati e conosciuti in molte parti del mondo, ha 34 anni ed è il figlio di un direttore della fotografia e di una terapeuta infantile, i suoi primi due lavori sono incentrati sui bambini e sull’immaginazione. Dopo il successo di Dreams of Flying dove i bambini sono i protagonisti indiscussi di uno scenario fantastico e incredibile, arriva anche Journey to Everywhere dove i bimbi possono cavalcare le balene, volare, scalare delle scarpe oppure visitare un mondo fatto di soli dolci.

La fantasia di Jan von Holleben è inarrestabile e senza limiti e dopo le due fortunate serie con i bambini mette in moto la sua immaginazione in un modo diverso, ma altrettanto geniale. salvare l'universo ... con le macchine immaginarie. Per fare queste macchine non è stato utilizzato Photoshop, ma solo tanto “Fai da te”, ecco cosa ci spiega l’autore:

“We have an initial shooting in my studio with the model (in that case myself), pretending to work on a machine. Then we print out that first image on photographic paper and collage all the objects on top. When finished, we take a second image from straight above, which combines the original photo with the objects in one final photograph!“.

In pratica si è prima fotografato lui nella posa interessata, poi ha creato il set con queste macchine immaginarie usando tutto quello che aveva in casa, ha scattato la foto e poi ha unito i due scatti. Un lavoro incredibile, sicuramente faticoso ma anche molto divertente!

Foto | di Jan Von Holleben (usate con il permesso dell'autore)
Fonte | Petapixel

  • shares
  • Mail