Phase One IQ250, il medio formato digitale con sensore CMOS non è più una novità

Subito dopo l'Hasselblad H5D-50c arriva l'annuncio del Phase One IQ250, un'altra medio formato digitale dotata di sensore Sony CMOS

Phase_One_IQ250

Le novità hanno le gambe corte. Letteralmente se si prende in considerazione la brevissima durata del primato di Hasselblad. Neanche una settimana fa annunciava infatti con un rumor ufficiale l'arrivo della nuova Hasselblad H5D-50c, quella che sarebbe stata la prima medio formato digitale con sensore CMOS. Ma arriva qualche giorno dopo l'annuncio della Phase One IQ250.

Ovviamente anche in questo caso abbiamo il sensore CMOS. La spiegazione di queste due novità a stretto giro è molto semplice: la Sony ha realizzato un nuovo sensore CMOS da 50 Megapixels, pari a 8280x6208 pixels, con una superficie di 44x33mm, pari ad fattore di moltiplicazione di 1.3x. Questo sensore è stato poi ceduto sia ad Hasselblad che a Phase One, le quali si trovano a presentare i propri dorsi digitali praticamente in contemporanea.

Il Phase One IQ250 si presenta con una scheda tecnica interessante, dato che la sensibilità può variare dai 100 ai 6400 ISO, garantendo una gamma dinamica di ben 14 stop ed una profondità colore a 14bit. Sul dorso troviamo uno schermo da 3.2" e 1.15 Megapixels di tipo tattile. Non manca il Wi-Fi integrato, utile per utilizzare il Live View direttamente da un iPhone oppure da un iPad.

Il Phase One IQ250 può essere già ordinato al costo di € 24.990 e può essere abbinato ai seguenti corpi macchina:


  • Phase One 645DF+

  • Mamiya 645 FF+

  • Hasselblad H1 ed H2

  • Hasselblad 555ELD, 553ELX, 503CW e 501CM

  • Mamiya RZ67 Pro IID (tramite adattatore)

  • Mamiya RB67 (tramite adattatore)

  • Contax 645 AF (tramite adattatore)

Via | Phase One

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: