Foto che condensano più di un anno


Quando pensiamo ad una fotografia l'immaginiamo come il fermo immagine di un'istante molto rapido che cattura qualcosa di interessante o che ruba un'espressione particolare.

Michael Wesley, invece, ha scelto di fotografare per catturare lo scorrere del tempo anziché cercare di congelarne solo un attimo. Le sue foto sono il risultato di esposizioni che possono durare anche un paio di anni. L'effetto finale è molto suggestivo ed è interessante vedere come i palazzi vengano demoliti e poi ricostruiti lasciando una traccia della loro esistenza indelebile sulla pellicola.

Per ottenere questo risultato, se qualcuno fosse interessato, è necessario costruirsi una fotocamera stenoscopica (una pinhole) da posizionare in un luogo dove si spera nessuno la toccherà mai e fissarla in modo che gli agenti atmosferici non ce la portino via.

Questo non è il primo esempio di questo tipo che trattiamo qui su Click. Potete curiosare anche nelle foto di Justin Quinnell che ormai è specializzato in esposizioni da 6 mesi ottenuti sempre con pinhole.

Via | SaraLando

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: